M5S, via al Parlamento elettronico. Barillari: consiglieri Lazio branco di incompetenti

3

GUARDA IL VIDEO

(MeridianaNotizie) Roma, 10 luglio 2013 – Al via il “Parlamento Elettronico del Movimento 5 Stelle”. La prima fase di attivazione del progetto, coordinato movimento cinque stelle dai gruppi consiliari M5S del Consiglio Regionale del Lazio e della Lombardia, inizierà oggi e coinvolgerà tutti gli attivisti certificati della regione Lazio. Il progetto, si legge nel blog di Beppe Grillo “nasce con l’idea di elaborare un organo democratico deliberativo digitale che dia la possibilità a tutti i cittadini di partecipare attivamente al processo legislativo, massimizzando il rapporto fra cittadini e portavoce eletti in ogni livello istituzionale e diffondendo le pratiche di democrazia diretta elettronica con lo scopo di garantire trasparenza e partecipazione civica”. Il parlamento elettronico sarà subito esteso alla regione Lombardia e, in base ai risultati, sarà possibile utilizzarlo presto anche in altre regioni. Il software aperto e gratuito ha una portabilità estesa a tutti i dispositivi (Pc, smartphone e tablet) e sarà per questo presentato e utilizzato anche negli Infopoint del M5S.

ùI cittadini potranno dunque proporre e votare le leggi direttamente on line senza filtri ne indirizzi politici; si aprono dunque per il movimento le porte del massimo grado della fluidità della democrazia, similmente a face book, come spiega Davide Barillari, capogruppo M5s in Regione. Barillari non manca di commentare con toni molto accesi la sospensione della seduta odierna del Consiglio regionale del Lazio, che avrebbe dovuto trattare della questione rifiuti. “Il consiglio regionale di oggi e’ definibile come ‘un branco di incompetenti. In ore e ore di discussione non siamo arrivati a non decidere nulla – ha continuato Barillari – Per questo ritengo che questo consiglio potrebbe essere sciolto per incompetenza, nonostante Zingaretti abbia detto che ci sarebbe stata trasparenza, innovazione, discontinuità rispetto alla giunta Polverini. Ci troviamo, invece, davanti alla stessa politica”. Per Barillari “sulla sanità non c’e’ stato nessun intervento efficace, sui trasporti i pendolari sono ancora sugli stessi treni di sei mesi fa, sul lavoro nessuna decisione concreta. Vogliamo quindi mettere questa giunta davanti alle proprie responsabilità”. “Siamo bloccati su una nostra mozione in cui volevamo far decidere la giunta – ha concluso Barillari – ma ci hanno risposto che non erano preparati per discutere. Un consiglio fatto così non serve a nulla. Chiediamo quindi, insieme al Pdl, una responsabilità’ di questa giunta: Zingaretti deve esserci quando il consiglio si riunisce e venire in commissione sanità ad informare. Siamo fermi alle promesse elettorali”

Il servizio di Luisa Deiola

Altre videonews di Lazio Regione

‘Lazio a la carte… Paris à table’, l’agroalimentare laziale alla conquista del mercato francese

Zingaretti presenta il tavolo della semplificazione per una regione più snella e sburocratizzata

Maxigiunta Marino – Zingaretti, sbloccati 800mln per il comune. Storace: si diano spiegazioni in consiglio

Print Friendly, PDF & Email
Share.