Bambino Gesù, per i piccoli pazienti si apre il sipario del “Giffoni Film Festival”

0

GUARDA VIDEO

Parte da Roma il festival per ragazzi più famoso al mondo con premio speciale intitolato all’ospedale

(Meridiana Notizie) Roma, 15 luglio 2013 – Ciak si gira! Si sono accessi oggi all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù i riflettori su Giffoni Experience, la celebre kermesse cinematografica internazionale per ragazzi. A dare il via alla 43esima edizione sono stati il presidente del Bambino Gesù, Giuseppe Profiti e il direttore artistico del festival, Claudio Gubitosi.giffoni2

 L’apertura è stata anche l’occasione per presentare il corto “La fantasia vola?”. Un ponte immaginario fatto di immagini e suggestioni tra bambini che domandano e bambini che rispondono, i primi dall’Ospedale e i secondi da Giffoni. Un collegamento ideale ispirato dall’empatia dei piccoli, che annulla non solo le distanze geografiche, ma anche quelle legate alle diverse situazioni vissute: dentro e fuori dall’Ospedale.

Tra le novità più significative, il neonato Premio Bambino Gesù, che nel corso della cerimonia finale che decreterà il vincitore dell’edizione 2013, sarà assegnato a chi “si è contraddistinto per aver raccontato con sensibilità, verità e delicatezza il mondo dei bambini, i loro sogni e le loro aspirazioni; per aver riacceso nello sguardo degli adulti la fiamma antica e vibrante dell’effervescenza infantile”, come ha sottolineato Profiti. Dopo il “debutto” romano, il Festival prenderà il via nella sua sede naturale, a Giffoni Valle Piana, dal 19 al 28 luglio, con migliaia di giurati provenienti da ogni angolo del mondo e con 150 opere in programma. A parlarcene il direttore Gubitosi. Presente all’evento anche l’attore Paolo Conticini.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews di Eventi

Con notti di cinema a Piazza Vittorio ritorna il grande schermo sotto le stelle

Ad un anno dalla sua scomparsa il Maxxi ricorda Renato Nicolini, l’inventore dell’Estate Romana

Assemblea Ance, Buzzetti: “mercato casa fermo, occorre terapia shock per l’economia”

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.