India, continuano le violenze sulle donne: una giovane reporter è stata stuprata da un branco di 5 uomini

2

GUARDA IL VIDEO

Organizzati numerosi sit in per chiedere al governo indiano maggiore sicurezza, soprattutto per le donne.

(MeridianaNotizie) roma, 23 agosto 2013 – Non si ferma l’escalation di violenza nei confronti di giovani donne in India. Diverse centinaia di persone si sono radunate oggi a Mumbai per protestare dopo lo stupro di ieri sera ai danni di una giovane fotoreporter in una fabbrica diroccata da parte di un ‘branco’ di cinque uomini. Lo scrive l’agenzia di stampa Ians. Le tv hanno mostrato per tutta la giornata numerosi sit in organizzati da persone del mondo della carta stampata, a cui si sono uniti cittadini comuni che hanno protestato con veemenza contro le numerose violenze. I manifestanti si sono coperti la bocca con fasce nere, chiedendo più sicurezza in India e in particolare per le donne.Students take part in a protest march in Calcutta

Il commissario di polizia Satyapal Singh ha confermato che grazie alle dichiarazioni del giovane che accompagnava la fotografa, è stato possibile catturare uno degli aggressori, mentre gli altri quattro, identificati, sono attivamente ricercati. La giovane di 23 anni lavorava per un magazine in inglese che le aveva commissionato un reportage nello Shakti Mills Compound, nella zona di Mahalaxmi, nell’ambito di una serie di servizi riguardanti edifici abbandonati della città.

La ragazza è stata ricoverata all’ospedale con diverse ferite sul corpo e lesioni interne. Le sue condizioni sono ”stabili” secondo i medici. La violenza è avvenuta ieri sera quando la giovane, in compagnia di un amico, si trovava nel quartiere di Lower Parel, nella parte storica della metropoli, per fotografare un vecchio cotonificio abbandonato. Secondo quanto ha raccontato alla polizia, due uomini hanno iniziato a molestarla e poi dopo aver picchiato e immobilizzato il compagno, l’hanno portata in un casolare dove sono arrivati altri tre complici.

La polizia è sulle tracce di cinque sospetti di cui ha già diffuso l’identikit. L’incidente ha sollevato un grande scalpore sui media indiani perché’ ricorda la brutale violenza di una studentessa, soprannominata ”Nirbhaya” (”coraggiosa”), avvenuta lo scorso dicembre su un autobus di New Delhi dove era salita con un amico dopo una serata al cinema.

Altre videonews di Cronaca

Monza Concept: la Opel di domani

Canada, motociclista investe un orso. La telecamera del casco riprende in diretta lo scontro

Sbarchi in Sicilia: salvati 140 profughi a Siracusa

Print Friendly, PDF & Email
Share.