Pakistan, l’ex premier Musharraf incriminato per l’omicidio di Benazir Bhutto

3

GUARDA IL VIDEO

A favore dell’accusa di omicidio di Benariz Bhutto, la testimonianza del giornalista americano Mark Segal. L’ex premier gli aveva confidato che se le fosse successo qualcosa la responsabilità sarebbe stata di Musharraf.

(MeridianaNotizie) Roma, 20 agosto 2013 – L’ex presidente pachistano Pervez Musharraf è stato formalmente incriminato per l’omicidio della sua rivale l’ex premier Benazir Bhutto, assassinata nel 2007 durante un comizio politico a Rawalpindi. Lo ha annunciato la procura al termine di un’udienza. “E’ stato accusato di omicidio, complotto criminale per omicidio e favoreggiamento dell’omicidio” di Benazir Bhutto, ha spiegato il procuratore. Benazir Bhutto

Musharraf, che ha 70 anni e da aprile si trova agli arresti domiciliari, si è presentato davanti al tribunale antiterrorismo di Islamabad per una udienza a porte chiuse. Salito al potere nel 1999 dopo un golpe militare, Musharraf ha respinto tutte le accuse. “Questo processo ha dei chiari fini politici. Sono innocente e lo proverò”, ha detto in aula. A favore dell’accusa la testimonianza del giornalista americano Mark Segal, che aveva intervistato la Bhutto al ritorno del suo esilio nell’ottobre 2007. L’ex premier gli aveva confidato che se le fosse successo qualcosa la responsabilità sarebbe stata di Musharraf.

Altre videonews di cronaca:

Anzio, trovato un deposito di refurtiva dal valore di alcune migliaia di euro

Carabinieri arrestano 21enne romano che nascondeva sotto il letto 7 panetti di hashish

Stop ai pescatori di frodo. Intensificati i controlli sul torrente Mignone

Print Friendly, PDF & Email
Share.