Legambiente, Sindaco e cittadini al Parco Garbatella per piantare nuovi alberi

2

GUARDA IL VIDEO

Dopo il gesto di alcuni vandali che, in una notte di fine agosto, hanno tagliato 84 alberi nel Parco della Garbatella, Legambiente Sindaco e cittadini si sono ritrovati per dare il via ad una nuova piantumazione e condannare duramente quell’atto

(MeridianaNotizie) Roma, 7 settembre 2013 – Due bellissimi Cercis e un verde ulivo sono stati piantati quest’oggi, nel Parco Garbatella, da Legambiente, insieme ai cittadini intervenuti ed al sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino, al vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, accompagnato dal consigliere regionale Cristiana Avenali e dal commissario di Roma Natura, Maurizio Gubbiotti. È stata grande la partecipazione alla «Giornata della Solidarietà» al Parco Garbatella, dopo lo scempio di 84 alberi avvenuto nei giorni scorsi. parco garbatella

«La migliore risposta a chi ha voluto attaccare il parco è quella di una moltitudine di cittadini che si rimboccano le maniche e piantano nuovi alberi, fanno attività di manutenzione e ludiche – spiegano Anna Maria Baiocco, vicepresidente del Circolo Garbatella di Legambiente, e Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio – Il sostegno del Comune e della Regione Lazio è fondamentale per far tornare definitivamente a splendere l’area che i cittadini hanno tolto alla speculazione edilizia e pezzo per pezzo reso un bellissimo giardino di quartiere». «I prossimi passi sono già in campo – spiegano ancora i due – tra pochi giorni un tavolo di confronto farà il punto sui lavori che a breve saranno avviati nel parco e da subito è attiva una campagna di sottoscrizione per i primi interventi di recupero.

Dunque era presente anche il sindaco di Roma Ignazio Marino, che, poco prima di mezzogiorno è arrivato in bici al Parco della Garbatella per assistere alla piantumazione di un nuovo albero, un gesto che vuole essere la risposta a quel gruppo di vandali che, in una notte di fine agosto, hanno tagliato gli alberi. Un atto che il sindaco condanna duramente: “C’è davvero della malvagità nell’idea di procurarsi una motosega elettrica, venire qua, tagliare per quattro quinti il tronco di un albero e poi lasciarlo cadere come una vita spezzata. È una cattiveria, ma la parte positiva e propositiva della nostra società parco garbatella i politicirappresenta la stragrande maggioranza e non può che vincere”. Presenti questa mattina, oltre a Marino ed al vicepresidente della Regione, anche i consiglieri di Sel, Gianluca Peciola e Imma Battaglia ed il consigliere regionale, Cristiana Avenali. “Le istituzioni, insieme a Legambiente – ha aggiunto il sindaco – vogliono sottolineare l’importanza del vivere insieme e della qualità della vita. Per questo motivo, nella nostra Giunta, abbiamo voluto un assessorato dedicato alla qualità della vita e al benessere: obiettivi che si raggiungono solo se, insieme, costruiremo una città e una Regione dove il decoro urbano, l’attenzione e l’amore per il verde pubblico rendono una metropoli come Roma vivibile, accogliente, più bella, ed è per questo che oggi siamo qua”, ha concluso.

 Ad assistere alla piantumazione anche il vice presidente della regione Lazio, Massimiliano Smeriglio. “Oggi insieme al sindaco di Roma Marino abbiamo dato una risposta tempestiva e importante al grave atto che ha portato alla distruzione del parco Garbatella di due settimane fa. Comune e Regione hanno dato il via alla ripiantumazione degli alberi tagliati, dando il senso dell’attenzione che queste amministrazioni hanno verso progetti di valorizzazione del territorio come quello degli orti urbani. Ora Legambiente e le altre associazioni del territorio potranno continuare nel loro lavoro di cura in questa parte della città sottratta nel corso degli anni alla cementificazione e ormai un patrimonio di tutto il quartiere”.

Servizio di Domenico Lista

Altre videonews di Ambiente: 

Italiani, popolo di agricoltori e di green lovers!

Recupero, riuso e riciclo al centro di RE BOAT RACE, la regata che fa rispettare l’ambiente

Discarica Falcognana, comitati ancora in protesta sotto Ministero: chiesto un ennesimo incontro

Print Friendly, PDF & Email
Share.