A Falcognana la salute dei cittadini vale meno di 12mila euro

0

“Insomma Malagrotta nella sostanza continuerà a funzionare, cambierà solo in parte modalità di funzionamento, le cambieranno nome scegliendone uno straniero che dà meglio l’idea dell’ecosostenibile. Quindi nessuno venga a raccontarci che aprire Falcognana serve,o quantomeno contribuisce, a chiudere Malagrotta!

(MeridianaNotizie) Roma, 30 settembre 2013 – “Se verrà aperta Falcognana finalmente sapremo quanto valgono la salute di un territorio e della comunità che ci vive. Valgono molto poco: per il ministro, il commissario speciale, per il sindaco Marino e tanta altra poco brava gente seduta nelle aule del consiglio regionale e comunale; meno di 12.000 euro/g., questo il risparmio che deriva dal dal conferimento di 300 t/g a Falcognana e che rappresenta il differenziale tra il prezzo minimo di conferimento proposto ad Ecofer ed il prezzo risultante dalla gara AMA; meno di 12.000 euro, una cifra che probabilmente verrà spesa ad esempio per il solo rafforzamento della sicurezza. A cosa serve allora Falcognana? A dimostrare che Roma stavolta, dopo trent’anni, tiene fede alla parola data e si assume una parte del carico del problema? A far capire ai movimenti che se il potere istituzionale decide, a nulla servono le proteste dei cittadini? Zingaretti, Civita e Marino straparlano di chiusura di Malagrotta e della sua riqualificazione grazie alla piantumazione di 100mila alberi. Come pensano di convincere i cittadini della Valle Galeria che basteranno un po’ di alberi a bonificare un’intera Valle e, cosa ancor più importante, come pensano di convincerli che Malagrotta chiuderà davvero? Lì continueranno ad entrare camions di rifiuti che conferiranno il carico nei TMB di Cerroni per trasformarlo in FOS, ossia altro rifiuto stante la pessima qualità dei rifiuti di Roma e che l’Avvocato Manlio vuole utilizzare per coprire gli oltre 200 ettari di rifiuti stratificati, lì vogliono riaccendere il gassificatore che riprenderà ad avvelenare l’aria che respiriamo, lì è ancora in funzione, dall’oramai lontano 1996 l’inceneritore AMA di rifiuti ospedalieri di Ponte Malnome…”. Lo comunica, in una nota, il comitato rifiuti. Rifiuti: Orlando, Falcognana sara' discarica di servizio

“Insomma Malagrotta nella sostanza continuerà a funzionare, cambierà solo in parte modalità di funzionamento, le cambieranno nome scegliendone uno straniero che dà meglio l’idea dell’ecosostenibile. Quindi nessuno venga a raccontarci che aprire Falcognana serve,o quantomeno contribuisce, a chiudere Malagrotta! Malagrotta contro Falcognana è un ricatto che nessuno cittadino e comitato ha accettato – prosegue la nota – Falcognana, se non nasconde dietro le 300 t/g qualcos’altro di ben più pesante, ha un altro scopo, serve a prendere tempo per consentire alla Regione di Zingaretti di elaborare un nuovo Piano Rifiuti che serva inceneritori, discariche, biogas, TMB con tutti gli annessi e connessi sotto forma diversa, continuando a parlare, solo a parlare, di raccolta differenziata, di rifiuti come risorse, di recupero “bio”energetico. Ed è anche il biorecupero energetico che ci preoccupa: a Fiumicino, per l’esattezza a Maccarese,all’interno della Riserva del Litorale, nell’impianto di compostaggio AMA in cui si trattavano circa 30,000 t/a di rifiuti organici di Roma, da dicembre 2012 e fino a giugno 2014 è stata autorizzata la trasferenza di 360 t/g di FORSU della Capitale. Sappiamo che su Maccarese è in attesa di VIA da parte della Regione Lazio il progetto AMA per la realizzazione di un megaimpianto biogas da oltre 100.000 t/a di FORSU. E’ questo il modi di risolvere il problema rifiuti? Possibile che nessuno fra chi ci governa riesca a capire che se esiste un problema l’unico modo per risolverlo è prima minimizzarlo e poi fare di tutto per eliminarlo. La riduzione dei rifiuti è il primo decisivo passo che andrebbe fatto accompagnato da una raccolta differenziata seria, dove l’organico è solo organico buono per farne compost di qualità mediante il compostaggio aerobico, dove i materiali secchi siano totalmente recuperati e riutilizzati e dove la frazione indifferenziata tenda progressivamente ed inevitabilmente a zero.Noi il 30 saremo a Malagrotta dove porteremo il nostro lucchetto di ragioni, e saremo a Falcognana perchè né l’una né l’altra sono la soluzione”.

Altre videonews di Cronaca

Palmiro Togliatti, rissa a colpi di tondini, arrestati due romeni

Atterraggio d’emergenza per Airbus Alitalia a Fiumicino

Minaccia la madre e le danneggia la casa: arrestato 33enne per estorsione

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.