Fermati manolesta all’Eur e in zona Romanina appassionati di Smart e portafogli

1

La donna si è impossessata del portafoglio delle proprietarie del negozio; l’uomo si serviva di punteruolo e cacciavite per rubare gli oggetti dentro le macchine smart scassinate

(MeridianaNotizie) Roma, 23 settembre 2013 – L’automobile Smart sarà anche facile da parcheggiare ma purtroppo è anche facile da scassinare. Era alla sua terza autovettura Smart aperta, quando K.O., ucraino di 19 anni, è stato individuato e bloccato in piazza Lorenzo all’Eur dalla Polizia. E’ stata la chiamata al 113 che segnalava una persona intenta a forzare una Smart in via Madonna di Fatima, a far intervenire una volante, questa notte poco dopo le tre. Sul posto, una volta presi contatti e ricevute le descrizioni del ladro dall’autore della chiamata e dopo aver appreso quanto derubato dalla macchina segnalata (un caricabatteria da auto per I-phone), gli agenti hanno iniziato un fitto controllo nelle vie adiacenti. Dopo qualche minuto una successiva chiamata al 113 avvisava di un altro furto su un’altra autovettura Smart, in una via poco distante e con la fuga dell’autore in direzione piazza Lorenzo.  Appena il tempo di arrivare nella piazza che i poliziotti hanno notato un ragazzo, corrispondente ad entrambe le descrizioni precedenti, mentre scendeva repentinamente da un’altra Smart con degli oggetti in mano e cercava di scappare dopo aver notato il lampeggiante della volante. Immediatamente bloccato, l’uomo è stato trovato in possesso di un punteruolo, di un cacciavite ed uno zaino con all’interno gli oggetti appena asportati dalle tre autovetture rovistate. K.O. è stato successivamente accompagnato presso il Commissariato Esposizione dove al termine delle indagini è stato tratto in arresto per furto aggravato continuato e tentato furto.

Un altro arresto per furto da parte della Polizia, si è verificato ieri sera poco dopo le 18.00 all’interno di un negozio presso un centro commerciale in zona Romanina. Una donna è entrata in un negozio, ed approfittando del fatto che la proprietaria stesse servendo due clienti, si è intrufolata all’interno del magazzino del negozio stesso dove erano riposte le borse sia della cassiera che della proprietaria con all’interno i rispettivi portafogli. Ma l’uscita ‘furtiva’ dal negozio ha insospettito la  titolare dell’esercizio commerciale, la quale, dopo aver controllato le borse ed accortasi dell’ammanco, ha dapprima dato l’allarme alla vigilanza del centro commerciale e successivamente ha inseguito la donna che nel frattempo aveva raggiunto l’uscita dell’edificio. All’arrivo degli agenti, subito dopo aver ricevuto la segnalazione del 113, la proprietaria stava cercando di trattenere la donna che, dimenandosi, cercava di sfuggire alla sua presa. Una volta bloccata, all’interno della borsa che la fuggitiva aveva con sé, sono stati rinvenuti i portafogli appena rubati con all’interno un importo di 1.300 Euro. Così, dopo aver restituito quanto aveva rubato, F.E.B.L., cittadina guatemalteca di 37 anni, è stata accompagnata dagli agenti presso il Commissariato di Romanina e tratta in arresto per furto aggravato.

Altre videonews su Cronaca:

Sfruttamento della prostituzione, 9 romeni in manette tra Pomezia e Roma

Autobus dell’Atac in fiamme al Torrino

Print Friendly, PDF & Email
Share.