Il porno è come la droga: crea dipendenza

1

Negli ossessivi, si “accende” la stessa regione cerebrale di alcolisti e tossici

(MeridianaNotizie) Roma, 25 settembre 2013 – La pornografia può provocare una dipendenza simile a quella della droga o dell’alcol. Gli utenti compulsivi di prodotti hard mostrano gli stessi segni di dipendenza nella loro attività cerebrale di alcolisti o tossicodipendenti. A rivelarlo è uno studio dell’Università di Cambridge. I ricercatori hanno usato la risonanza magnetica per analizzare l’attività cerebrale di 19 utenti di pornografia che avevano ammesso di avere un problema con la loro abitudine a cercare visioni hard. porno

Le scansioni cerebrali hanno mostrato che una parte centrale del cervello, la stessa che viene stimolata con la droga o con l’alcol nei tossicodipendenti e negli alcolisti, si “illumina” quando gli utenti di pornografia compulsivi guardato materiale hard. Queste aree del cervello non si attivano nelle persone che non consumano abitualmente od ossessivamente film o pubblicazioni porno. Intanto, sul fronte delle tossicodipendenze, dal 2009 sono state scoperte circa 280 nuove sostanze.

Il mercato delle “smart drugs” utilizza principalmente Internet. In Italia, il Sistema nazionale di allerta precoce ha rilevato anche circa 70 casi di intossicazione acuta che hanno avuto bisogno di cure intensive presso i pronto soccorso, ma si tratta solo della punta dell’iceberg, in quanto la grande maggioranza dei casi non è neppure individuata.

Altre videonews su Cronaca:

Francesca Pascale all’attacco: “Berlusconi deve dirmi di si”. E il Cavaliere: “Lei è spietata ma la amo”

Brigitte Bardot a 79 anni sbarca su twitter

62enne casa e bottega, senza lavoro spacciava in casa

Print Friendly, PDF & Email
Share.