Movida: controlli al Pigneto, San Lorenzo e Monti. In manette in 4 per spaccio di droga

1

Durante i controlli, i Carabinieri hanno fermato un 48enne romano e un 31enne tunisino che, perquisiti, sono stati trovati entrambi in possesso di un coltello e per questo denunciati per possesso abusivo di arma.

(MeridianaNotizie) Roma, 2 settembre 2013 – Proseguono i servizi di controllo dei Carabinieri di Roma nei luoghi della movida capitolina. In particolare, i militari hanno presidiato i quartieri Pigneto, San Lorenzo e Monti per prevenire ed arginare ogni fenomeno di illegalità. Il bilancio è di 4 persone arrestate e 5 denunciate a piede libero responsabili di spaccio di stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale, guida in stato di ebbrezza e possesso abusivo di arma. In manette sono finiti 4 stranieri ( 2 marocchini, un tunisino e un senegalese) di età compresa tra i 18 e 38 anni sorpresi a spacciare marijuana e hashish a “clienti” che sono stati segnalati alla Prefettura in qualità di assuntori. movida-roma2

La droga e il provento dell’attività di spaccio sono stati sequestrati. Durante i controlli, i Carabinieri hanno fermato un 48enne romano e un 31enne tunisino che, perquisiti, sono stati trovati entrambi in possesso di un coltello e per questo denunciati per possesso abusivo di arma. Un 31enne romeno è stato denunciato a piede libero poiché irregolare sul territorio nazionale. Anche 2 peruviani, marito e moglie, sono stati denunciati a piede libero: l’uomo, un 33enne, per guida in stato di ebbrezza  e la donna, 41enne, che ha opposto resistenza nei confronti dei militari, nel tentativo di sottrarsi al controllo. Nel corso dell’attività di controllo sono state, in totale, identificate 69 persone di cui 22 con precedenti, controllati 29 mezzi e segnalati al Prefetto 3 giovani quali assuntori di droghe.

Altre videonews di Cronaca

Matteo Renzi pronto a guidare il Pd: “La decisione rimane sempre agli elettori”

Tensioni all’Olimpico per Roma-Verona. Petardi, sassi e bottiglie contro i tifosi ospiti

Muore David Frost il “castigatore” mediatico di Nixon

Print Friendly, PDF & Email
Share.