Nascondevano canapa indiana nel manubrio della bici, spacciatori nigeriani fermati a Civitavecchia

2

I giovani, identificati per O.C., di 22 anni ed A.B. di 28, entrambi nati in Nigeria,  alla vista dei poliziotti hanno cercato di fuggire in direzione della piattaforma ma, giunti alla fine della stessa ed ormai raggiunti dagli agenti, hanno cercato di disfarsi, buttandola sugli scogli, di una busta di plastica che l’O.C. teneva in mano, mentre A.B. tentava di togliersi una scarpa per buttare a mare ciò che celava all’interno.

(MeridianaNotizie) Roma, 12 settembre 2013 – Proseguono incessanti i servizi antidroga effettuati dagli uomini del Commissariato di Civitavecchia, diretto dott. Giovanni LUCCHESI. Nella giornata di ieri gli agenti hanno proceduto all’ arresto in flagranza di 2 cittadini extracomunitari, di origini nigeriane, trovati in possesso di 15,40 grammi di canapa indiana già suddivisa in dosi, pronta per essere immessa sul mercato. Gli Agenti, poco prima della mezzanotte, insospettiti dalla presenza dei due che si trovavano sul lungomare Thaon de Revel, hanno effettuato un servizio di osservazione, notando che gli extracomunitari si dirigevano verso la passerella che porta alla piattaforma del Pirgo, seguiti da un giovane che dopo averli avvicinati scambiava con uno dei due un “qualcosa”. Scattava immediato il controllo. marijuana-fidene1

I giovani, identificati per O.C., di 22 anni ed A.B. di 28, entrambi nati in Nigeria,  alla vista dei poliziotti hanno cercato di fuggire in direzione della piattaforma ma, giunti alla fine della stessa ed ormai raggiunti dagli agenti, hanno cercato di disfarsi, buttandola sugli scogli, di una busta di plastica che l’O.C. teneva in mano, mentre A.B. tentava di togliersi una scarpa per buttare a mare ciò che celava all’interno. I poliziotti, bloccandoli, sono riusciti a recuperare il tutto, e rinvenuto all’interno della busta  7 involucri contenenti canapa, confezionati in dosi pronte per lo spaccio; all’interno della scarpa, indossata da A. B. altre 3 bustine trasparenti contenenti la stessa sostanza stupefacente e, insospettiti dal gesto effettuato dai due nigeriani che hanno cercato di disfarsi anche della bicicletta, hanno esteso la perquisizione al mezzo, rinvenendo all’interno del manubrio, abilmente celata, un’altra bustina trasparente contenente la stessa sostanza. I giovani sono stati condotti negli Uffici del Commissariato e, al termine, arrestati e tradotti presso la Casa Circondariale di Borgata Aurelia.

Altre videonews di Cronaca

Nomadi, demolite baracche in campo abusivo di Via Salviati

Ancora controlli al Prenestino e Tor Carbone, 15 i fermati

In Cina cani e gatti vanno al macello, in 192mila chiedono la fine del commercio di animali

Print Friendly, PDF & Email
Share.