Papa Francesco, aborto: se una donna è pentita si deve essere misericordiosi

1

GUARDA IL VIDEO

«Non possiamo insistere solo sulle questioni legate ad aborto, matrimonio omosessuale e uso dei metodi contraccettivi – afferma il Pontefice nell’intervista – Questo non è possibile. Io non ho parlato molto di queste cose, e questo mi è stato rimproverato. Ma quando se ne parla, bisogna parlarne in un contesto.

(MeridianaNotizie) Roma, 19 settembre 2013 – La Civiltà Cattolica pubblica oggi una lunga intervista a papa Francesco, curata dal direttore padre Antonio Spadaro. ” Se una donna ha abortito e la cosa «le pesa enormemente», e, inoltre, «è sinceramente pentita», il Papa invita alla misericordia nella suoi confronti. È quanto lascia intendere lo stesso Papa Francesco in un’intervista a Civiltà Cattolica. “” Sui divorziati risposati e gli omosessuali, Papa Francesco, interpellato da Civiltà Cattolica, ha risposto: «Bisogna sempre considerare la persona. Qui entriamo nel mistero dell’uomo. Nella vita Dio accompagna le persone, e noi dobbiamo accompagnarle a partire dalla loro condizione. Bisogna accompagnare con misericordia». L’intervista, che esce contemporaneamente su altre 16 riviste della Compagnia di Gesù in tutto il mondo, è stata rilasciata dal Papa, nel suo studio privato a Santa Marta, nel corso di tre appuntamenti il 19, il 23 e il 29 agosto. In 29 pagine Jorge Mario Bergoglio traccia un identikit inedito di se stesso. L’identikit del Papa include anche le preferenze artistiche e culturali; primo Papa gesuita della storia spiega l’idea che ha della Compagnia di Gesù; analizza il ruolo della Chiesa oggi e indica le priorità dell’azione pastorale; affronta le domande che la società e l’antropologia contemporanea pongono all’annuncio del Vangelo. PAPA_FRANCESCO

«Non possiamo insistere solo sulle questioni legate ad aborto, matrimonio omosessuale e uso dei metodi contraccettivi – afferma il Pontefice nell’intervista – Questo non è possibile. Io non ho parlato molto di queste cose, e questo mi è stato rimproverato. Ma quando se ne parla, bisogna parlarne in un contesto. Il parere della Chiesa, del resto, lo si conosce, e io sono figlio della Chiesa, ma non è necessario parlarne in continuazione». Sui divorziati risposati e gli omosessuali, Papa Francesco, interpellato da Civiltà Cattolica, ha risposto: «Bisogna sempre considerare la persona. Qui entriamo nel mistero dell’uomo. Nella vita Dio accompagna le persone, e noi dobbiamo accompagnarle a partire dalla loro condizione. Bisogna accompagnare con misericordia».Il Papa ha raccontato che a Buenos Aires gli scrivevano delle persone omosessuali, «che sono ‘feriti socialì, perchè mi dicono che sentono come la Chiesa li abbia sempre condannati». Nella intervista a Civiltà cattolica ha quindi rilanciato quanto detto in volo da Rio a Roma sul fatto che non si devono giudicare le persone gay. «Dicendo questo – ha ricordato – io ho detto quello che dice il Catechismo».

Altre videonews di Cronaca

In Corea impazza la moda delle borse sotto gli occhi

Putin su Berlusconi: se fosse stato gay nessuno l’avrebbe toccato

Niente pistole col “frappuccino”: Starbucks dice no alle armi

Print Friendly, PDF & Email
Share.