Picchiata in strada e derubata dall’ex al 7° mese di gravidanza

2

L’ex ha avvicinata e aggredito la ragazza prendendola a schiaffi, nonostante la giovane fosse al 7° mese di gravidanza. Non contento poi le ha rubato anche il cellulare stalker

Nessun rispetto per la gravidanza, nessuna difesa per chi si trova in una situazione di debolezza e deve essere tutelato. Un 24enne cittadino del Pakistan che non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale con la ex convivente, una 20enne romana, ieri pomeriggio, in via Cassia, l’ha avvicinata e aggredita, prendendola a schiaffi, nonostante la giovane fosse al 7° mese di gravidanza. Non contento poi le ha rubato anche il cellulare. I Carabinieri, intervenuti a seguito di segnalazione giunta al pronto intervento 112, hanno ammanettato lo stalker  e lo hanno portato in caserma.

Dagli accertamenti dei militari dell’Arma è emerso che episodi analoghi erano già avvenuti in passato, tutti regolarmente denunciati dalla vittima che a causa delle violenze subite era dovuta ricorrere alle cure in ospedale. Il 24enne dopo l’arresto è stato associato presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo. Recuperato dai Carabinieri anche il cellulare che è stato restituito alla vittima. Oltre al danno la beffa. Non bastavano le botte, la vittima è stata privata oltre che della sua sacra incolumità, anche del cellulare.

Di Luisa Deiola

Altre videonews su Cronaca:

Terremoto Pakistan, vita breve per la nuova isola

Guido Barilla contro i gay e parte la protesta su Twitter #boicottabarilla

Falcognana, il Presidio NO Discarica annuncia proteste ad oltranza. Ecco il calendario

Print Friendly, PDF & Email
Share.