Riaprire le case chiuse, Sveva Belviso firma il referendum

2

GUARDA IL VIDEO

Sveva Belviso partecipa e promuove, a titolo personale, il referendum contro la prostituzione in strada e per la riapertura delle case chiuse.

(MeridianaNotizie) Roma, 24 settembre 2013 – Tra cinquantamila e settantamila prostitute con nove milioni di clienti e un giro di affari che va tra i cinque e i quindiciMIGNOTTE 2 miliardi di euro all’anno: sono questi i numeri della prostituzione italiana. “Un enorme giro d’affari non tassato” spiega la capogruppo Pdl, Sveva Belviso, che partecipa e promuove il referendum contro la prostituzione in strada e per la riapertura delle case chiuse. Il referendum, nato originariamente nel Veneto, ad opera dei residenti e dei rappresentanti dei comitati di quartiere, propone l’abrogazione parziale della legge Merlin nella parte in cui vieta la possibilità di aprire nuove case di tolleranza.

La raccolta firme è stata presentata in viale Europa all’Eur, permettendo ai cittadini della zona di porre la propria firma. La capogruppo Pdl ha inoltre specificato dove sarà possibile aderire all’iniziativa.

Il servizio di Simona Berterame

Altre videonews in Cronaca:

Sanità, l’incubo delle liste d’attesa

“Sos Tata” in castigo, metodi educativi traumatizzanti per i bambini

Università, 65% di studenti con affitto in nero: firmato patto antievasione

Print Friendly, PDF & Email
Share.