Tra manifestazioni e proteste il Cile ricorda le vittime del golpe di Pinochet

1

GUARDA IL VIDEO 

Al centro dei commenti di questi giorni c’è il vero ‘mea culpa’ manifestato dall’Associazione dei magistrati, i quali hanno ammesso che nei tragici giorni del colpo di Stato avrebbero potuto ‘fare di più’.

(MeridianaNotizie) Roma, 09 settembre 2013 –  Tra manifestazioni, autocritiche e proteste studentesche, il Cile ricorda con diversi eventi e iniziative i 40 anni dal golpe di Augusto Pinochet dell’11 settembre 1973 e la morte del sogno di Salvador Allende. Più di 30 mila persone hanno attraversato Santiago del Cile in una manifestazione per ricordare le vittime del golpe militare, marcia conclusa nel Cimitero Generale della città, dove riposa il presidente Allende. Questi, che sarebbe morto suicida il giorno del golpe, l’11 settembre del ’73, è stato al centro degli slogan e di molti dei murales che sono stati dipinti in nove punti diversi del percorso della marcia. La ricorrenza ha colto il Paese in un momento delicato, alla vigilia delle elezioni presidenziali in programma il 17 novembre – con la socialista Michelle Bachelet saldamente in testa nei sondaggi – e scosso dalle continue proteste da parte degli studenti, che da anni chiedono una drastica riforma nel sistema educativo ancora largamente dominato dal retaggio ‘del dittatore’. Ad essere al centro dei commenti e delle analisi di questi giorni c’è anche l’autocritica fatta dal potere giudiziario. Un vero ‘mea culpa’ manifestato dall’Associazione dei magistrati, i quali hanno ammesso che nei tragici giorni del colpo di Stato avrebbero potuto ‘fare di più’.    murales-salvador-allende

“Senza ambiguità ne’ equivoci, è giunto il momento di chiedere perdono alle vittime e al Cile”. Parole che non sono però bastate a gran parte della società cilena, ne’ al presidente Sebastian Pinera: “Il potere giudiziario avrebbe potuto fare di più”, ha ammonito anche lui, criticando inoltre anche “i media, ai quali è mancato rigore nella ricerca della verità sul fronte dei diritti umani”. Duro con magistrati e media, Pinera si trova a sua volta in mezzo a pesanti critiche. La Bachelet ha infatti annunciato che non parteciperà alla cerimonia ufficiale organizzata domani dal governo conservatore del presidente al palazzo della Moneda, dove sono invitati i rappresentanti della destra e delle Forze armate. La stessa ex presidente e tutto il centrosinistra intendono infatti ricordare Allende, il suo governo socialista e lo storico 11 settembre di 40 anni fa in una manifestazione separata. Quarant’anni dopo, e su tanti fronti, il golpe di Pinochet continua ad essere in Cile una ferita ancora aperta.

Il servizio di Antonella D’Angelo

Altre videonews su Cronaca

Conflitto siriano, Papa Francesco: “Guerre per problemi o per vendere le armi?”

Muore Alberto Bevilacqua, aveva 79 anni

Marijuana a gestione familiare, arrestati padre madre e figlio ad Anguillara Sabazia

Print Friendly, PDF & Email
Share.