Gemelli insieme, a Re di Roma il 21 e 22 settembre si lotta contro i tumori al femminile

0

La nuova tappa, ricca di eventi, informazione, salute e cultura, con la presenza di note scrittrici e proiezione di film d’autore sul tema della lotta ai tumori, si tinge di rosa perché è la donna la protagonista. La due giorni di prevenzione, che si terrà a Piazza Re di Roma, è dedicata, infatti, ai tumori femminili, ginecologici e senologici.

(MeridianaNotizie) Roma, 16 settembre 2013 – Si chiude l’estate e riparte, sabato 21 e domenica 22 settembre, “Gemelli insieme”, il progetto itinerante del Policlinico A. Gemelli dedicato alla prevenzione lanciato nel giugno scorso in occasione dell’evento di apertura di Piazza del Popolo (www.gemellinsieme.policlinicogemelli.it).

La nuova tappa, ricca di eventi, informazione, salute e cultura, con la presenza di note scrittrici e proiezione di film d’autore sul tema della lotta ai tumori, si tinge di rosa perché è la donna la protagonista. La due giorni di prevenzione, che si terrà a Piazza Re di Roma, è dedicata, infatti, ai tumori femminili, ginecologici e senologici. Specialisti del Polo Donna del Gemelli saranno  a disposizione per tutto il week-end per offrire a ogni donna il proprio piano di prevenzione personalizzato contro i tumori femminili, distribuire opuscoli informativi e, laddove necessario, effettuare esami grazie a una unità medica mobile presente in Piazza. L’incontro, nel cuore del quartiere di San Giovanni, è il primo di una serie di appuntamenti con la cittadinanza romana voluti e organizzati dal Policlinico A. Gemelli che da cinquant’anni si prende cura di molti, secondo la volontà e la visione del fondatore e primo Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Padre Agostino Gemelli, insigne psicologo e medico che volle a Roma la Facoltà di Medicina e chirurgia e il suo ospedale universitario, aperto nel 1964 e a lui dedicato. gemelli-insieme2

 “Gemelli insieme. Cinquant’anni. Di Vita” è una grande iniziativa itinerante finalizzata anche a presentare il nuovo Policlinico A. Gemelli, che è in corso di trasformazione da Policlinico in Policlinici, con la riorganizzazione dell’offerta per macroaree assistenziali che sono il Polo Oncologico, il Polo Emergenza, il Polo Donna, il Polo Cardiovascolare, il Polo Neuroscienze. Queste macroaree, che fanno capo ciascuna a più Dipartimenti, tracceranno la direzione dei percorsi clinico-assistenziali lungo i quali ciascun paziente verrà guidato dalla diagnosi alla riabilitazione, seguendo passo dopo passo il suo percorso di cura, allineando i comportamenti assistenziali ai migliori standard di qualità.

Il Polo Donna, che organizza la prima tappa di prevenzione, si presenta con un’equipe multidisciplinare che comprende ginecologo, neonatologo, ematologo e ostetrica (per l’area della gravidanza, parto, donazione del cordone, neonato), reumatologo, endocrinologo, endocrinochirurgo, diabetelogo, dietologo (per rispondere ai quesiti relativi a patologie che interessano le donne), in particolare si occupa di gestire i percorsi clinico-assistenziali per tutte le malattie, anche oncologiche, riguardanti la donna.

Ginecologi e senologi del Polo Donna danno appuntamento a Piazza Re di Roma per una tappa dedicata alla prevenzione di alcune malattie della donna, come i tumori del collo dell’utero, delle ovaie, dell’endometrio e della mammella.

In piazza i ginecologi del Gemelli offriranno a tutte le interessate un piano di prevenzione personalizzato, stilato considerando i fattori di rischio di ciascuna. In particolare saranno raccomandate misure di prevenzione primaria volte alla correzione di quei fattori di rischio che sono modificabili (ad esempio, cambiamenti della dieta, dello stile di vita e delle abitudini quotidiane). Inoltre, sarà consegnato un opuscolo informativo sulla prevenzione del cancro del collo dell’utero e saranno date indicazioni sulle modalità di accesso allo specifico ambulatorio del Policlinico, l’Ambulatorio ‘PreGio’, Prevenzione Giovani, dedicato alle giovani donne. I consigli di prevenzione offerti saranno differenziati anche in base all’età delle interessate: alle più giovani sarà consegnato un opuscolo informativo sul ruolo fondamentale della vaccinazione anti-papilloma virus umano (HPV) nella prevenzione del tumore del collo dell’utero e sulle modalità di accesso a PreGio.

Alle donne di ogni età sarà offerto un programma individuale per la diagnosi precoce di tumore (prevenzione secondaria) con l’elenco degli appuntamenti ed esami raccomandati (visita ginecologica, Pap test, ecografia, eventuale dosaggio di marcatori tumorali) e le modalità di esecuzione di questi esami presso il Policlinico.

I senologi del Gemelli, invece, proporranno un piano di prevenzione personalizzato, illustrato in tre punti: si parte con la valutazione del rischio individuale e familiare, per poi illustrare i corretti stili di vita anti-cancro, poi ancora la programmazione di un calendario di esami clinico-strumentali da eseguire periodicamente, con frequenza diversa in base all’età, per la diagnosi precoce di tumore e le modalità di esecuzione di questi esami presso il Policlinico. Saranno anche distribuiti opuscoli informativi chiari e sintetici sulle norme di prevenzione senologica. In casi particolari i medici in piazza potranno anche fare ecografie e mammografie direttamente sul posto, dove sarà presente un’unità mobile senologica appositamente allestita, ma solo laddove il medico lo riterrà opportuno.

Luciano Onder intervista in piazza note scrittrici italiane.

Oltre alle iniziative di prevenzione dedicate alla salute della donna, l’incontro a Piazza Re di Roma sarà un momento di intrattenimento e cultura. Si trasferisce in piazza, infatti, l’iniziativa del Policlinico “Il cielo nelle stanze”, incontri con narratori italiani dedicati ai degenti, curati dal giornalista Luciano Onder, che per l’occasione intervisterà in Piazza alcune note donne scrittrici nella mattinata di domenica 22 settembre.

Spazio anche al cinema di impegno sociale dedicato alle donne che hanno vinto la malattia.

Sarà inoltre proiettato il cortometraggio dal titolo Insieme di Annamaria Liguori, prodotto dall’Associazione Culturale Meltin’Pot in collaborazione con l’associazione Salute Donna Onlus e la Società Italiana di Psico-Oncologia. Presentato alla “70° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Il cortometraggio vede protagonisti Nicolas Vaporidis, Euridice Axen, Giorgia Wurth e Monica Scattini, e vuole portare in primo piano il dramma del cancro, dramma individuale e familiare, che, “insieme” al sostegno e all’amore dei propri cari, può essere sconfitto. Sarà proiettato anche il cortometraggio intitolato Tre donne, diretto da Gabriele Muccino: protagoniste tre donne malate di cancro che trovano la forza per lottare e sconfiggere il tumore, con l’ aiuto di medici illuminati e a riprendere la loro vita che era stata “congelata” dalla malattia.

Per saperne di più visita www.gemellinsieme.policlinicogemelli.it

Altre videonews di Saanità

Il Ministero della Sanità boccia il metodo Stamina: “non è scientifico”. Vannoni: “comitato non imparziale”

Bambino Gesù, il 20 per cento dei bambini è colpito da disturbi del respiro

Qual’è l’elisir di eterna giovinezza della mente? Lo scoprirà uno studio sui cervelli dei nonni più attivi

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.