Le donne al centro di UN Women, Marino: “Stiamo studiando un piano integrato con i municipi”

0

GUARDA IL VIDEO

UN Women si prefigge inoltre di condannare ogni forma di violenza o discriminazione contro le donne astenendosi dall’utilizzo di qualsiasi giustificazione legata a tradizioni o religioni, a promuovere la piena inclusione delle stesse nel mondo economico e del lavoro

(MeridianaNotizie) Roma, 9 settembre 2013 – Rispondere prontamente alle necessità delle donne di tutto il mondo e accelerare il cammino verso il progresso, questi gli obiettivi principali di UN Women, la nuova Entità delle Nazioni Unite per l’Uguaglianza di Genere e l’Empowerment Femminile. Presenti tra gli altri all’incontro presso il Parlamento Europeo, che apre la tre giorni di convegni su tematiche riguardanti appunto l’universo femminile,  che ha posto la sua attenzione sui diritti delle donne. “Stiamo studiando un Piano locale contro le violenze di genere, in linea con le direttive europee e internazionali, e progetti di prevenzione contro le dil primo cittadino di Roma Ignazio Marino iscriminazioni e la violenza su donne e bambine. Intendiamo realizzare un Piano integrato che coinvolga anche i quindici municipi per superare la frammentazione degli interventi e garantire che la prospettiva di genere e la valorizzazione delle differenze sia adottata anche nelle politiche municipali. Attraverso il nostro assessorato alle Pari opportunità intendiamo rafforzare l’impegno dell’amministrazione adottando le politiche di genere come ‘elemento costitutivo e qualificante dello sviluppo’ della città. Intendiamo promuovere il gender & equality mainstreaming per sviluppare un approccio di sistema e una strategia integrata e coordinata di parità e di pari opportunità”. unwomen

Per il primo cittadino “a Roma adesso è una scelta politica e civile: dare risposte omogenee e mai intermittenti. Roma Capitale coordina 4 centri anti-violenza che dal 1997 ad oggi hanno seguito più di 9mila donne italiane e straniere, molte delle quali con figli. Disponiamo anche di 4 strutture di accoglienza per donne vittime di tratta di esseri umani, tra cui la Casa Internazionale dei Diritti Umani delle Donne. Promuoviamo progetti di promozione sulla salute femminile, sul micro-finanziamento agevolato, sul sostegno all’inserimento occupazionale di donne in situazioni di grave precarietà sociale”. “Ci rivolgiamo agli studenti, agli insegnanti, alle famiglie, ai professionisti che a vario titolo possono entrare in contatto con donne vittime di violenza, – ha concluso Marino – e alla cittadinanza in generale per la valorizzazione delle differenze. Ma dobbiamo moltiplicare il nostro impegno”. UN Women si prefigge inoltre di condannare ogni forma di violenza o discriminazione contro le donne astenendosi dall’utilizzo di qualsiasi giustificazione legata a tradizioni o religioni, a promuovere la piena inclusione delle stesse nel mondo economico e del lavoro attraverso il quale viene garantita loro l’indipendenza e ad aggiornare i sistemi giuridici nazionali per garantire la protezione e l’efficienza della legge contro le violenze di genere, come ha sottolineato Simone Ovart, presidente nazionale di UN Women.

Il servizio di Mariacristina Massaro

Altre videonews su Roma Capitale:

L’antica Roma rivive al Circo Massimo fino al 15 settembre con i “Ludi romani”

Riaprono le scuole della Capitale, Marino: “Servono maggiori risorse”

Olimpiadi 2024, Marino: accordo con Pisapia, nessuna rivalità tra Roma e Milano

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.