Casilina, quattro arresti e centinaia i controlli a persone e negozi

1

Dei 4 arresti il primo è stato effettuato nel primo pomeriggio quando una donna ed un uomo sono entrati in un negozio e, mentre l’uomo ha distratto con una scusa la commessa, la donna ne ha approfittato per rubare un paio di scarpecasilino polizia

(MeridianaNotizie) Roma, 10 ottobre 2013 – 100 le persone identificate e quattro quelle arrestate. E’ questo il bilancio dei controlli disposti dal questore di Roma Fulvio della Rocca nel quartiere Casilino. Molte verifiche sono state effettuate su decine di esercizi pubblici e commerciali ed in un bar nella zona di Torre Angela, sanzionato per carenze igienico sanitarie. Dei 4 arresti il primo è stato effettuato nel primo pomeriggio quando una donna ed un uomo sono entrati in un negozio e, mentre l’uomo ha distratto con una scusa la commessa, la donna ne ha approfittato per rubare un paio di scarpe. La negoziante, accortasi dell’accaduto, ha avvertito la Polizia, così una delle autoradio presenti in zona, dopo una breve battuta, ha individuato una donna corrispondente alle descrizioni date dalla vittima e con indosso le scarpe appena trafugate. La donna è stata quindi fermata e accompagnata in ufficio per gli accertamenti. Ma.. sorpresa! Quando è stato accertato che era sottoposta al regime degli arresti domiciliari, la donna ha dato in escandescenza ferendo un’agente; così C.A., 39enne romana, è stata arrestata per evasione e resistenza a pubblico ufficiale e denunciata per il furto commesso poco prima.

Altre due persone, entrambe di nazionalità albanese, sono state fermate durante un posto di blocco nella zona di Tor bella Monaca. Sorpresi a bordo di un’auto senza assicurazione appena scesi per il controllo di Polizia hanno tentato di fuggire, ma sono stati bloccati dopo un inseguimento a piedi e al termine di una breve colluttazione. L.L., 36enne, e M.A., di 20 anni, che avevano con sé molti soldi in contanti di cui non hanno saputo spiegare la provenienza, sono stati arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e denunciati per porto abusivo degli arnesi da scasso e di un coltello che nascondevano in auto.

L’ultimo arresto in ordine di tempo è avvenuto ieri sera. Un cittadino rumeno di 45 anni, A.I., ha rotto il vetro di un’auto in sosta in via Sartorio per rubare un navigatore satellitare all’interno, ma è stato intercettato e bloccato da una pattuglia. Trovato in possesso della refurtiva e di un cacciavite, l’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato. A seguito di un controllo di polizia stradale un cittadino italiano è stato inoltre denunciato in quanto trovato in possesso di documenti relativi ad un veicolo rubato, ma diverso da quello a bordo del quale viaggiava. Durante altri posti di controllo un minorenne è stato denunciato per guida senza patente e segnalato al Prefetto per detenzione di stupefacenti.

Altre news su Cronaca:

Link Roma, studenti occupano l’assessorato alla Casa: no alla Service Tax

Tragedia Lampedusa, sit-in dei rifugiati al Campidoglio: cittadinanza alla nascita non alla morte

‘Ndrangheta, sequestrati beni per 1,5 milioni a cosca Fiarè – Razionale. Il boss è latitante

Print Friendly, PDF & Email
Share.