Ciclone Brunetta contro i megacompensi Rai, Crozza divorzia con viale Mazzini

4

Pare, secondo indiscrezioni da viale Mazzini, che sia saltata la trattativa con Maurizio Crozza. Si parla di divorzio consensuale e si precisa che le cifre che hanno girato non hanno fondamento. In realtà si è parlato di 5 milioni oltre al costo dello show, altri 20.

(MeridianaNotizie) Roma, 15 ottobre 2013 – L’accesa lite tra Fazio e Brunetta a “Che tempo che fa” sta portando al mondo dei compensi televisivi il marasma che nessuno si sarebbe aspettato da una domenica sera qualsiasi. A casa Rai cresce infatti la polemica sui cachet artistici spalleggiata dal membro della vigilanza Renato Brunetta, che ha sollevato in diretta il tema del nuovo contratto di Fazio (5 milioni e 400mila per tre anni Sanremo compreso).

Ciclone Brunetta contro i megacompensi Rai – Grillo : Curiosamente, alle critiche di Brunetta si è associato anche Beppe Grillo che nel suo blog ha messo a confronto il compenso di Fazio con la pensione di reversibilità (700 euro al mese) di una nonna con figlio e famiglia a carico. «Fazio – scrive Brunetta in un’interrogazione al presidente della Commissione di Vigilanza, Roberto Fico – avrebbe imposto un rinnovo anticipato del contratto garantendosi una vera e propria blindatura e subordinando ad esso la conduzione del prossimo Sanremo. L’eventuale conferma di questa circostanza, si configurerebbe come una gravissima forzatura del conduttore nei confronti della Rai». Il capogruppo Pdl, che parla anche di un compenso di 20mila euro a puntata per Luciana Littizzetto, chiede quindi che venga reso noto ufficialmente il compenso di Fazio, dopo il rifiuto dello stesso conduttore che in trasmissione ha richiamato l’obbligo di riservatezza preso con la Rai. Fazio-Brunetta-Che-tempo-che-fa

Ciclone Brunetta contro i megacompensi Rai – Associazione Consumatori : Un obbligo – secondo le associazioni dei consumatori – contrario alla legge, che – precisa l’Aduc – «impone alla Rai di rendere noto l’ammontare dei compensi per tutti i contratti». Una posizione condivisa da Codacons e Associazione Utenti Radiotelevisivi, che hanno presentato un esposto alla Corte dei Conti e un’istanza d’accesso all’Agenzia delle Entrate per avere copia delle denunce dei redditi di Fazio, Luciana Littizzetto e Roberto Benigni. «Vediamo che Brunetta ed altri esponenti del centrodestra – replica il capogruppo in Vigilanza, Vinicio Peluffo – sollevano polemiche che sembrano rivolte più ad indebolire l’azienda, anzichè migliorare e rafforzare il servizio pubblico. Questo è il vero valzer dell’ipocrisia».

Ciclone Brunetta contro i megacompensi Rai – Crozza : Ma non è solo Fazio nell’occhio del ciclone. Pare, secondo indiscrezioni da viale Mazzini, che sia saltata la trattativa con Maurizio Crozza. Si parla di divorzio consensuale e si precisa che le cifre che hanno girato non hanno fondamento. In realtà si è parlato di 5 milioni oltre al costo dello show, altri 20. Ma, siccome le puntate previste in un triennio erano una cinquantina, il prezzo a puntata sarebbe stato di 475.000 euro. Un costo tutt’altro che esorbitante per i probabili ascolti che avrebbe realizzato il comico. Il contratto sarebbe dovuto passare al vaglio del Cda, dove la maggioranza è di centrodestra. Crozza continuerà quindi per ora e sicuramente non malvolentieri, la collaborazione con Ballarò.

Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cultura

VIDEO > Sutka City TV, la prima emittente 100% Rom

VIDEO > Pellegrinaggio alla Mecca, quest’anno meno fedeli per paura del coronavirus

VIDEO > Banksy vende le sue opere a 60 dollari sulle bancarelle di New York

Print Friendly, PDF & Email
Share.