Corteo Cgil: lanciate uova e bombe carta contro sede del sindacato

1

Al civico 12 di via Buonarroti sono state lanciato uova contro la facciata dell’edificio al grido di ingiurie contro ilcgil 7  sindacato confederale

(MeridianaNotizie) Roma, 18 ottobre 2013 – Due bombe carta all’angolo tra Via Merulana e Via Buonarroti, sono esplose questa mattina, mentre sfilava il corteo della Cgil intorno alle 12.30. Una ventina di manifestanti si sono staccati e diretti di fronte alla sede del sindacato, al civico 12 di via Buonarroti dove sono state lanciato uova contro la facciata dell’edificio al grido di ingiurie contro il sindacato confederale. “La Cgil di Roma e del Lazio, – spiegano dal sindacato  – pur difendendo il diritto a manifestare, condanna con fermezza questo vile atto squadrista e fascista che sembra emulare gli assalti alle sedi sindacali, durante quel buio periodo storico, il ventennio appunto. Il disagio sociale che attraversa larga parte della nostra società, non può e non deve trovare sbocco in nessun atto violento”.

“Apprendo con vivo rammarico la notizia riguardo il vile attacco di questa mattina contro la sede romana della Cgil di Roma e Lazio presa d’assalto, durante il corteo, da un gruppo di manifestanti che, gridando ingiurie, hanno lanciato uova contro la sede del sindacato confederale. La giusta espressione del disagio, che trova voce nelle manifestazioni, non può e non deve essere oscurata da chi conosce solo il buio cieco della violenza. Per questo desidero esprimere la vicinanza e la solidarietà di tutta la Cisl ai dipendenti e ai colleghi sindacalisti della Cgil di Roma e del Lazio che, insieme con noi, vivono il dramma quotidiano dei troppi lavoratori in difficoltà e non meritano gli attacchi di chi al dialogo preferisce il bastone”. Lo afferma in una nota Mario Bertone, segretario generale della Cisl di Roma e Lazio.

“Il diritto allo sciopero che come confederazione sindacale tuteliamo e difendiamo non può e non deve in alcun caso degenerare in un’azione di violenza, condannabile sempre e comunque”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Pierpaolo Bombardieri, “in riferimento all’attacco avvenuto stamattina contro la sede della Cgil regionale”.  “Come Uil Lazio – prosegue Bombardieri – esprimiamo la nostra più totale solidarietà ai colleghi della Cgil e il nostro sdegno e il nostro profondo biasimo nei confronti di chi strumentalizza pacifiche azioni di protesta per discutibili finalità personali, accanendosi contro chi ha sempre tutelato i diritti, soprattutto dei più deboli”.

Altre news su Cronaca:

L’ordine dei veterinari al fianco della lotta contro il maltrattamento animale: no al traffico di cuccioli

Al via il week end di fuoco della Capitale tra manifestazioni e partite, ecco le deviazioni al Tpl

Print Friendly, PDF & Email
Share.