Fiumicino, pazzi per lo shopping: due arresti e cinque denunce per furti nei centri commerciali

2

Capi di abbigliamento e scarpe, oltre a materiale elettronico: è questo il bottino di alcuni ladri che con modalità diverse hanno tentato di portare a termine i loro colpi fiumicino 9

(MeridianaNotizie) Roma, 15 ottobre 2013 – Veri e propri amanti dell’abbigliamento, una passione così forte da portarli a rischiare di finire in galera. E’ di due arresti e cinque denunce il bilancio dei controlli effettuati dagli agenti del Commissariato Fiumicino che nel corso degli ultimi giorni hanno intensificato le attività di contrasto alla criminalità nelle aree dove sono dislocati i centri commerciali. Capi di abbigliamento e scarpe, oltre a materiale elettronico: è questo il bottino di alcuni ladri che con modalità diverse hanno tentato di portare a termine i loro colpi. Un cittadino ucraino di 31 anni e due italiani di 57 e 28 anni sono stati denunciati dai poliziotti dopo essere stati scoperti in possesso di alcune paia di scarpe e del materiale elettronico del quale non hanno saputo giustificare la regolare provenienza all’uscita di un centro commerciale. Responsabilità in merito alla sparizione di alcuni capi di un negozio di abbigliamento sono state accertate dagli agenti del Commissariato diretto dal dr. Filiberto Mastrapasqua, che hanno individuato e denunciato un dipendente “infedele”.

Questi era riuscito a integrare il suo stipendio accompagnandolo con un’attività illecita, e grazie alla complicità di un’altra persona, alla quale consegnava gli oggetti trafugati dal negozio,  riusciva successivamente a ricettare il materiale di provenienza furtiva. Sono stati i diversi servizi di appostamento degli agenti che hanno seguito le mosse dei due fino a far emergere il meccanismo che ha provocato notevoli danni economici all’attività commerciale. D.S.T.,  28enne, è stato invece arrestato al termine di un rocambolesco inseguimento dopo che,  non essendosi fermato all’alt della Polizia ed aver danneggiato l’auto impiegata in un posto di controllo, aveva tentato di allontanarsi a forte velocità dalla zona residenziale del Parco Leonardo. Stessa sorte anche per un cittadino romeno di 21 anni che è stato sorpreso dopo aver rubato alcuni dispositivi elettronici all’interno di un negozio di informatica.

di Luisa Deiola

Altre news su Cronaca:

Rapina all’attico di Gianni Alemanno. Bottino ancora da quantificare

Tor Tre Teste, arrestato stalker mentre schiaffeggiava l’ex ragazza

Grazie al post su facebook della Questura scoperta centrale della prostituzione cinese

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.