Il papà vuole controllare il conto ma non può: il figlio lancia allarme bomba alle Poste

2

L’ uomo di 47 anni ha dato un falso allarme bomba alle poste centrali di Velletri e chiamato il 112 per evitare una verifica sul conto  postecorrente del padre che lui aveva prosciugato

(MeridianaNotizie) Roma, 17 ottobre 2013 – Cosa non si farebbe per non dare un dispiacere ai genitori. Un uomo di 47 anni ha dato un falso allarme bomba alle poste centrali di Velletri, ai Castelli Romani e chiamato il 112 per evitare una verifica sul conto corrente del padre che lui aveva prosciugato. L’uomo è stato denunciato per procurato allarme ed interruzione di pubblico servizio dai carabinieri di Velletri.

Il 47enne, che aveva un appuntamento con il padre per la verifica del conto, intorno alle 10 aveva lanciato l’allarme due volte dal suo cellulare ai carabinieri. Per questo gli uffici centrali erano stati evacuati subendo uno stop di tre ore.

L’uomo, che aveva garantito al papà di aver restituito 5mila euro sui 16mila che gli aveva sottratto e per i quali era già stato denunciato dal genitore, si era incontrato con il padre davanti alla struttura quando era ormai già in corso l’intervento dei carabinieri con gli artificieri. Poi i militari sono riusciti a risalire alla chiamata e lo hanno individuato.
Altre news su Cronaca:
Print Friendly, PDF & Email
Share.