M5S sul reato di clandestinità, Grillo e Casaleggio sconfessano i senatori grillini

1

“Il messaggio che riceveranno sarà interpretato nel modo più semplice: ‘la clandestinità non è più reato’. Quanti clandestini siamo in grado di accogliere se un italiano su otto non ha i soldi per mangiare?”

(MeridianaNotizie) Roma, 10 ottobre 2013 – Beppe Grillo sconfessa i senatori che ieri hanno presentato, facendolo approvare, un emendamento per l’abolizione del reato di clandestinità. “La loro posizione in Commissione è del tutto personale, non faceva parte del programma. Non siamo d’accordo sia nel metodo e nel merito”. Dicono Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sul Blog. grillo-11010

Secondo Grillo e Casaleggio nessun “portavoce può arrogarsi una decisione così importante senza consultarsi” anche perché “se durante le elezioni politiche avessimo proposto l’abolizione del reato di clandestinità l’M5S avrebbe ottenuto percentuali da prefisso telefonico”. Per i leader del M5S “questo emendamento è un invito agli emigranti dell’Africa e del Medio Oriente a imbarcarsi per l’Italia“.

“L’M5S non è nato per creare dei dottor Stranamore in Parlamento senza controllo” proseguono Beppe Grillo e Casaleggio attaccando i due senatori che ieri hanno presentato in commissione Giustizia l’emendamento per l’abolizione del reato di clandestinità. Per i leader M5S l’emendamento è un invito ad imbarcarsi per l’Italia. “Il messaggio che riceveranno sarà interpretato nel modo più semplice: ‘la clandestinità non è più reato’. Quanti clandestini siamo in grado di accogliere se un italiano su otto non ha i soldi per mangiare?”.

Reato clandestinità – i pro e i contro dal Movimento 5 Stelle : Suscita una cascata di commenti il post di Grillo che sconfessa i senatori che sono riusciti a farsi votare un emendamento che abolisce il reato di clandestinità. E le reazioni sono per lo più a favore dei due senatori. «Per caso state diventando leghisti???» si chiede, ad esempio, Carmelo Di S. mentre un altro attivista, che si sigla Sa.D. precisa: «Anche se in altri paesi più civili resiste il reato di clandestinità non me ne frega un c….., io abolirei perfino le frontiere». «Mi dispiace, ma questa volta non sono per niente d’accordo! Se è vero che è sbagliato il metodo, cosa aspettiamo a metterla subito ai voti.. Adesso! Per le epurazioni siamo stati rapidissimi ed ora cosa aspettiamo?», si chiede Fabrizio C. «La libertà di ogni candidato di potersi esprimere liberamente in Parlamento senza chiedere il permesso a nessun capo bastone sarà la sua vera forza…»: scrive Filippo e annota, si tratta di parole pronunciate da Beppe Grillo. «Ragazzi – afferma anche Giorgino D. – ormai il problema per voi si pone: che volete fare da grandi? I fascistelli post leghisti? I democratici progressisti? Gli ex berluschini allo sbando? Gli adepti di Casaleggio? Che c. volete fare di voi e del Paese? Muovetevi». «Aprire le frontiere significa condannare una generazione» cerca di far riflettere uno che si firma Nexus Six mentre Stefano M. non ha dubbi: «parole sacrosante. Altri due senatori deficienti si aggiungono al già nutrito gruppo Brancaleone alle Crociate».

Reato di clandestinità – l’abolizione : La commissione Giustizia del Senato ha approvato un emendamento dei senatori del Movimento Cinque Stelle, Andrea Buccarella e Maurizio Cioffi ,che elimina il reato di immigrazione clandestina. La proposta dei grillini aveva il via libera del governo. Lo rende noto il sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri. L’emendamento riguarda la delega sulla messa alla prova.

“La sanzione penale appare sproporzionata e ingiustificata.- ha detto Ferri- E la sanzione penale pecuniaria è di fatto ineseguibile considerato che i migranti sono privi di qualsiasi bene”. Oltretutto “il numero delle persone che potrebbero essere potenzialmente incriminate sarebbe tale da intasare completamente la macchina della giustizia penale, soprattutto nei luoghi di sbarco.

“Lo Stato deve regolare i flussi migratori in modo compatibile con le concrete possibilità di accogliere i migranti – ha proseguito il sottosegretario – e questo non solo per ragioni di ordine pubblico ma anche per motivi umanitari. A persone che cercano di sfuggire da situazioni di estrema indigenza e spesso disumane dobbiamo garantire un’ospitalità dignitosa. Occorre invece continuare a punire con severità chi sfrutta e favorisce questi fenomeni migratori incontrollati che possono causare tragedie come quella di Lampedusa”.

Altre videonews di Cronaca

Francia, Le Pen verso le europee: il Front National è primo partito

Nasce Officine per l’Italia, intellettuali giornalisti e politici si uniscono al laboratorio del centrodestra

Carceri, l’affondo di Napolitano al M5s: “non conoscono i drammi della gente”

Print Friendly, PDF & Email
Share.