Non vogliono il voto segreto per B. e nemmeno i vestiti: attivisti restano in mutande al Senato

1

Una decina di attivisti di Avaaz, organizzazione che ha lanciato una raccolta firme online, si sono presentati davanti al Senato, in piazza delle 5 Lune e, tolti i vestiti, hanno manifestato contro la pratica del voto segretoavaaz 2

(MeridianaNotizie) Roma, 15 ottobre 2013 – Mai modo più azzeccato fu scelto per simboleggiare la trasparenza del proprio spirito.. e del proprio corpo. Quando si dice mettersi a nudo per una buona causa..  «Non abbiamo niente da nascondere e tu senatore? Stop al voto segreto!». Una decina di attivisti di Avaaz, organizzazione che ha lanciato una raccolta firme online, si sono presentati davanti al Senato, in piazza delle 5 Lune e, tolti i vestiti, hanno manifestato contro la pratica del voto segreto. Gli attivisti hanno presentato una petizione firmata da 81 mila 324 cittadini a supporto della iniziativa del Movimento 5 Stelle per abolire il voto segreto.

L’iniziativa cade nel giorno in cui la giunta di Palazzo Madama si riunisce per valutare proprio la questione del voto segreto. La richiesta è di rendere ogni voto palese da subito, a partire dalla questione della decadenza di Silvio Berlusconi che sarà votata nell’Aula di Palazzo Madama. Su questo punto gli attivisti di Avaaz non hanno dubbi: «Stop al voto segreto! Berlusconi fuori subito!».

di Luisa Deiola

Altre news su Cronaca:

Tiburtina, spesa sociale al Panorama: riempiono i carrelli e contrattano sul prezzo

VIDEO > Castrense, i cittadini sfrattati dallo stabile: “Marino ci costringe all’illegalità”

Print Friendly, PDF & Email
Share.