Passeggiava e incontrava amici al bar, per l’Inps però era cieco

1

E’ la vita normale di un qualsiasi pensionato, peccato però che l’ anziano in questione era sulla carta cieco al 100% e percepiva addirittura l’ulteriore indennità di accompagno.

(MeridianaNotizie) Roma, 9 ottobre 2013 – Passeggiava tranquillamente per le vie di un paesino dell’entroterra sublacense, conducendo una vita normalissima fatta di incontri con gli amici al bar, camminate all’aria aperta in compagnia della moglie e code alle casse dei supermercati. carabinieri 3

E’ la vita normale di un qualsiasi pensionato, peccato però che l’ anziano in questione era sulla carta cieco al 100% e percepiva addirittura l’ulteriore indennità di accompagno. Non è sfuggito all’occhio vigile dei militari dei Carabinieri che dopo una lunga attività di indagine hanno proceduto alla denuncia a piede libero dell’anziano per aver commesso il reato di truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato. Oltre alla denuncia penale, il falso “cieco”, dovrà restituire allo Stato una cifra di 41.028 euro di pensione percepita indebitamente.

Altre videonews di Cronaca

Maltempo, crolla la villa di Nerone ad Anzio

Anzio, tentano di derubare un alimentari. Fermato 31enne rumeno

Print Friendly, PDF & Email
Share.