Peter Pan: “la nostra storia è a lieto fine, ma c’è da lavorare”

1

“Ogni giorno siamo costretti a dire no ad almeno una famiglia per le tante richieste di ospitalità e assistenza che ci pervengono” dichiarano la presidente di Peter Pan Giovanna Leo e il direttore Gian Paolo Montini petre pan 1

(MeridianaNotizie) Roma, “Anche a noi piacciono le storie a lieto fine, ma Peter Pan è solo all’inizio di un cammino. Nel ringraziare il presidente Zingaretti per avere cercato e trovato un epilogo positivo alla vicenda dello sfratto, dobbiamo tuttavia denunciare che ogni giorno siamo costretti a dire no ad almeno una famiglia per le tante richieste di ospitalità e assistenza che ci pervengono”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, la presidente di Peter Pan Giovanna Leo e il direttore Gian Paolo Montini.

“A causa della grande crisi economica – prosegue il comunicato – si rivolgono a Peter Pan anche quelle famiglie che fino ad oggi erano in grado di pagarsi le spese di soggiorno a Roma durante il periodo delle terapie nei centri di eccellenza romani. E se per una delle tre case di Peter Pan il caro affitto è stato scongiurato, grazie al comodato d’uso gratuito per la durata di 5 anni firmato ieri sulle altre due strutture continua a gravare l’onere dell’affitto, e sull’intero polo le quotidiane spese correnti di gestione, completamente a carico nostro. Domani ce la faremo ancora?”.

“L’associazione Peter Pan – spiega la nota – ha al suo attivo 3 case d’accoglienza a Roma nel quartiere Trastevere concentrate nel raggio di 50 metri, la cui capacità totale d’accoglienza è di oltre 120 persone al giorno tra adulti e bambini. Ogni famiglia ha a disposizione una confortevole camera con bagno, Ogni casa è poi dotata anche di giardino e ampi locali comuni dove le famiglie possano cucinare insieme, giocare, socializzare, condividere paure e speranze con chi sta vivendo la stessa difficile esperienza di vita. Ogni giorno dell’anno i volontari dell’associazione, organizzati in equipes e ruolo, e presenti nelle case 24 ore su 24, assistono le famiglie e i bambini, con l’obiettivo di ricreare intorno a loro quel clima di normalità e di serenità, di amore e calore, che sono parte della cura”.

Altre news su Cronaca:

Codici: “No all’aumento dell’Imu per i romani, chiudiamo le municipalizzate”

Agenzia delle Entrate, 96mila immobili fantasma con rendita di 86 milioni nel Lazio

VIDEO > E’ morto Erich Priebke, l’ex ufficiale delle Ss aveva 100 anni

Print Friendly, PDF & Email
Share.