Prati, aggrediscono coppia e fuggono: fermati per l’alta velocità

1

Proprio mentre era in corso il controllo, la sala operativa della Questura ha informato gli equipaggi della Polizia di un’aggressionepolizia appena avvenuta nei pressi di un chiosco bar di piazzale Ionio, a poche centinaia di metri di distanza

(MeridianaNotizie) Roma, 29 ottobre 2013 – Poliziotti fortunati ieri sera a Prati Fiscali. Hanno fermato la macchina di chi non solo stava correndo un pò troppo ma aveva appena cercato di compiere un omicidio. Sono stati notati, dopo la mezzanotte, da un equipaggio del Reparto Volanti, impegnato nei consueti servizi di controllo del territorio, mentre percorrevano a tutta velocità via dei Prati Fiscali, nella zona del Nuovo Salario. Gli agenti hanno immediatamente deciso di effettuare un controllo ma dall’autovettura appena fermata, improvvisamente, sono scesi due uomini che hanno subito cercato di darsi alla fuga. Uno dei due è stato bloccato ed identificato per V.F., colombiano di 40 anni. Proprio mentre era in corso il controllo, la sala operativa della Questura ha informato gli equipaggi della Polizia di un’aggressione appena avvenuta nei pressi di un chiosco bar di piazzale Ionio, a poche centinaia di metri di distanza.

Tentato omicidio All’interno dell’autovettura è stata subito rinvenuta una katana ancora sporca pdi sangue e, ben occultati, un coltello  e vari altri attrezzi. L’uomo, pertanto, è stato accompagnato presso gli uffici del Commissariato S. Basilio. Gli investigatori del Commissariato, insieme ai colleghi del Commissariato Fidene Serpentara, hanno quindi effettuato  un sopralluogo sul posto dell’aggressione per cercare di ricostruire l’accaduto, venendo a conoscenza che due persone, un uomo ed una donna, erano state da poco soccorse per le ferite riportate nel corso dell’aggressione ed accompagnate in codice rosso da personale del 118 presso l’ospedale “Pertini”. L’auto dei fuggitivi è risultata essere proprio quella appena fermata. E’ scattata quindi una perquisizione presso l’abitazione del 40enne dove, nascosti in un armadio della camera da letto, sono state rinvenuti 7 coltelli ed una pistola “scacciacani” priva di tappo rosso. Il tutto è stato sequestrato. L’uomo, al termine degli accertamenti, è finito in manette. Dovrà rispondere di tentato omicidio, porto abusivo di armi bianche e possesso di oggetti atti allo scasso. Le indagini, comunque, non sono concluse. Gli investigatori, oltre a ricercare attivamente il fuggitivo, cercheranno di capire i motivi alla base di quanto accaduto.

Altre news su Cronaca

VIDEO > Camorra, joint-venture tra Roma e Caserta. 15 in manette e 30 mln sequestrati

Frosinone, incendio in una palazzina: evacuati gli appartamenti

‘Ndrangheta, sequestrati a Federico Marcaccini detto “er pupone” beni per 120 mln e il Teatro Ghione

Print Friendly, PDF & Email
Share.