Rifiuti, Sottile decide “in via immediata ed urgente” per discarica a Bracciano

1

“In via immediata ed urgente”, Sottile “dispone l’utilizzo dello spazio di conferimento disponibile presso la discarica di Bracciano, località Cupinoro, lotto unico, nel limite della volumetria massima di ventimila tonnellate, per lo smaltimento dei rifiuti trattati provenienti dai Comuni di Roma Capitale, Fiumicino, Ciampino e Stato del Vaticano”

(MeridianaNotizie) Roma, 1 ottobre 2013 – Costerà poco più di 83 euro a tonnellata il trasporto della parte di rifiuti trattati di Roma, Fiumicino, Ciampino e Città del Vaticano nella discarica di Cupinoro a Bracciano. Al prezzo di 60 euro a tonnellata previsto dalla società che gestisce l’impianto di Bracciano, infatti, vanno aggiunti una tariffa applicata del 10% come “Ristoro al Comune di Bracciano”, 3,098 euro a tonnellata come “Tributo speciale Regione Lazio” e altri 13,925 euro a tonnellata per “Accantonamento post Mortem”, ossia la gestione del rifiuti una volta chiuso lo spazio disponibile; per un totale dunque di 83,023 euro a tonnellata.  discarica-bracciano1

Ad aprire lo spazio per trasportare 20.000 tonnellate a Cupinoro fino al 31 dicembre 2013 è stato un avviso di asta pubblica della Bracciano Ambiente datato 9 settembre. “La Bracciano Ambiente Spa ha messo in vendita spazi di conferimento per 20.000 tonnellate, fino al 31 dicembre 2013, presso la discarica sita in Bracciano, località Cupinoro”, si legge nel decreto firmato dal commissario Sottile. “In via immediata ed urgente”, Sottile “dispone l’utilizzo dello spazio di conferimento disponibile presso la discarica di Bracciano, località Cupinoro, lotto unico, nel limite della volumetria massima di ventimila tonnellate, per lo smaltimento dei rifiuti trattati provenienti dai Comuni di Roma Capitale, Fiumicino, Ciampino e Stato del Vaticano”. “L’utilizzo – conclude il decreto – è disposto nel rispetto di tutte le prescrizioni già vigenti per l’esercizio della discarica in essere, nei rigorosi limiti della volumetria e della capacità disponibile e con il limite massimo di conferimento dei rifiuti urbani trattati dai Comuni di Roma Capitale, Fiumicino, Ciampino e Stato del Vaticano. La società Bracciano Ambiente Spa mantiene e garantisce la gestione e la custodia di tale spazio della discarica e percepirà, da parte del soggetto conferente, una indennità pari a 60 euro per ogni tonnellata di rifiuti trattati conferita per lo smaltimento, oltre agli oneri come previsti al punto 6 dell’avviso di vendita” della Bracciano Ambiente.

Altre videonews di Ambiente

Discarica Divino Amore, il Presidio va avanti: il 9 novembre in piazza

Rifiuti, E. Marino: “Forse non utilizzeremo Falcognana. Malagrotta era davvero economica”

Rifiuti, si affaccia l’ipotesi Bracciano al posto di Falcognana

Print Friendly, PDF & Email
Share.