Tragedia nel perugino, uccide la ex e poi si spara in testa

1

Il delitto è stato compiuto con una pistola. Anche l’ex fidanzato è un italiano. I carabinieri della compagnia di Città di Castello si trovano ancora sul posto, per ricostruire con precisione quanto successo.

(MeridianaNotizie) Roma, 15 ottobre 2013 – Una lettera d’addio sulla fine della relazione con la fidanzata è stata trovata nella casa del giovane che a San Giustino ha ucciso la ex per poi suicidarsi: lo si apprende dai carabinieri. Trovata la missiva, militari, amici e parenti hanno cercato il giovane trovando la sua auto nei pressi della casa della ex. Da una finestra sono entrati in casa: c’erano il corpo della 26enne e il giovane con una ferita d’arma da fuoco alla testa. Era ancora vivo ma è morto poco dopo.

Il delitto è stato compiuto con una pistola. Anche l’ex fidanzato è un italiano. I carabinieri della compagnia di Città di Castello si trovano ancora sul posto, per ricostruire con precisione quanto successo. È avvenuto nell’abitazione dove la giovane viveva da sola. Secondo una prima ipotesi dei carabinieri è stata uccisa a colpi di pistola dall’ex fidanzato che si è poi suicidato. Non è ancora chiaro quanti colpi siano stati sparati. Secondo una prima ricostruzione dei militari, intorno all’1 della notte l’ex fidanzato della vittima, un ventottenne, ha suonato al campanello di casa della giovane. Quando questa ha aperto le ha sparato per poi rivolgere l’arma contro se stesso. omicidio-perugia-perugia2

Il ragazzo è morto in ambulanza mentre gli operatori del 118 tentavano di rianimarlo. I corpi verranno trasferiti in giornata all’Istituto di medicina legale di Perugia per l’autospia già disposta dal magistrato. Sono stati alcuni amici e familiari del giovane a dare l’allarme per quello che secondo gli investigatori sembra ormai essere un femminicidio-suicidio, avvenuto nella notte in un appartamento di San Giustino Umbro (Perugia). Amici e familiari si sono preoccupati per alcuni sms e sembra per un messaggio lasciato dal giovane. Hanno quindi subito dato l’allarme. Il giovane è risultato incensurato e finora non erano emersi episodi di violenza con la ex fidanzata.

Si erano lasciati da due o tre mesi i due giovani morti la scorsa notte. I carabinieri che indagano mantengono comunque il riserbo sugli accertamenti in corso. Il giovane che – in base a quanto ricostruito finora – ha sparato alla ex fidanzata per poi suicidarsi sembra non avesse accettato la fine del rapporto. Era infatti rimasto molto legato a lei. Questa non aveva comunque mai denunciato formalmente episodi di molestie o violenze. Entrambi erano conosciuti a San Giustino come persone «normali» e «senza particolari problemi». Il giovane, 28 anni, attualmente non lavorava ma aveva un passato nell’esercito. La ex fidanzata faceva invece la cameriera in un locale della zona.

Altre videonews di Cronaca

Ciclone Brunetta contro i megacompensi Rai, Crozza divorzia con viale Mazzini

VIDEO > Salvataggio Alitalia, via libera all’aumento di capitale da 300 milioni

VIDEO > Marino incontra i residenti del Pigneto, contro la criminalità impegno concreto

Print Friendly, PDF & Email
Share.