Truffa dello specchietto – lavoro sicuro o quasi, fermato 43enne romano

1

La vittima del raggiro ha infatti riferito di essere stato fermato da un uomo  che asseriva di essere stato colpito dallo specchietto della sua auto, procurandosi una lieve escoriazione oltre alla rottura del telefono cellulare nell’occasione caduto in terra.

(MeridianaNotizie) Roma, 7 ottobre 2013 – E’ stato denunciato in stato di libertà per  il reato di truffa. D.F. – 43enne romano – è stato fermato ieri pomeriggio dagli agenti del Commissariato San Giovanni in via Taranto. E’ stata la segnalazione al “113” di un uomo che richiedeva l’intervento di una Volante a seguito di una “probabile” truffa a seguito di un sinistro stradale.  Sul posto i poliziotti – coordinati dal dr. Giancarlo Sant’ Elia – hanno immediatamente accertato quanto stesse avvenendo. La vittima del raggiro ha infatti riferito di essere stato fermato da un uomo  che asseriva di essere stato colpito dallo specchietto della sua auto, procurandosi una lieve escoriazione oltre alla rottura del telefono cellulare nell’occasione caduto in terra. truffa-specchietto1

Il truffatore, dicendo di voler chiudere “la pratica” senza interessare nessun ente e tantomeno l’assicurazione, ha chiesto 100 euro per i danni. Fortemente insospettito, l’autista dell’auto ha così chiamato la Polizia. Invece di attendere l’intervento della Volante l’uomo si è allontanato cercando di far perdere le proprie tracce; ma in via limitrofa è stato individuato e fermato. Nel contempo è tornato sul posto anche un’altra persona, che pochi minuti prima era stata anch’essa vittima della stessa truffa e impaurito aveva dato proprio 100 euro al “finto ferito”. Davanti agli agenti il fermato, ha confessato le proprie responsabilità; perquisito aveva infatti nelle tasche 100 euro, il provento appena “guadagnato”.

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Giorchi invernali 2014, la torcia olimpica arriva a Mosca ma si spegne

VIDEO > Sbarchi immigrati, soccorsi due barconi nel siracusano. 350 siriani ed egiziani in salvo

Rapina in villa sull’Appia Pignatelli, legati e imbavagliati un’avvocato la moglie e la governante

Print Friendly, PDF & Email
Share.