VIDEO > Diabolik finisce in manette, arrestato dopo un mese Fabrizio Piscitelli il capo ultras della Lazio

0

Il Piscitelli, in particolare, soprannominato “DIABOLIK”, è un nome noto a Roma, per il suo ruolo incontrastato di leader degli ultras della tifoseria laziale ed è più volte salito agli onori della cronaca giudiziaria locale: dal recente processo connesso alla scalata all’A.S. Lazio agli innumerevoli episodi di violenza negli stadi.

(MeridianaNotizie) Roma, 25 ottobre 2013 –  E’ stato arrestato Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik, uno dei capi ultras della Lazio. Il tifoso era ricercato da circa un mese, quando era stata emessa nei suoi confronti e di altre sei persone una misura cautelare nell’ambito di un’inchiesta su un traffico internazionale si sostanze stupefacenti. Piscitelli è stato arrestato questa notte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Roma della guardia di finanza. piscitelli-diabolik2

GUARDA IL VIDEO DELLE INDAGINI

Le indagini avevano consentito di sequestrare 500 Kg di hashish, che avrebbero fruttato sul mercato al consumo circa 5 milioni di euro. Dopo mesi di intercettazioni e pedinamenti i finanzieri del GICO sono riusciti ad accertare l’esistenza di due gruppi criminali, facenti capo, rispettivamente a Paolo Diana classe 77 e Fabrizio Piscitelli del 66. Il Piscitelli, in particolare, soprannominato “DIABOLIK”, è un nome noto a Roma, per il suo ruolo incontrastato di leader degli ultras della tifoseria laziale ed è più volte salito agli onori della cronaca giudiziaria locale: dal recente processo connesso alla scalata all’A.S. Lazio agli innumerevoli episodi di violenza negli stadi.

E’ stato invece appurato come il Piscitelli, insieme ad Elvio Gentili e Sergio Campana,  avesse organizzato e promosso l’importazione in Italia, dalla Spagna, via mare, tramite il corriere di droga di origine inglese Hall Mark, di ben 185 Kg.  di hashish, sottoposti a sequestro, a Civitavecchia, nel 2011. Al pari del Piscitelli, anche Diana è risultato a capo di un autonomo e strutturato sistema criminale, dedito alla sistematica importazione di hashish e cocaina dalla Spagna. In particolare il 47enne organizzava e finanziava il viaggio dall’Italia alla penisola iberica del corriere rumeno Buica, arrestato lo scorso marzo in possesso di 8 kg di ovuli di hashish nascosti in un serbatoio di un auto.

Diabolik in manette – Tradito dalla Lazio : Fabrizio Piscitelli, Diabolik della Curva Nord arrestato per spaccio di droga a Casalotti. „Più in particolare, mettendo a frutto le esperienze operative nel tempo maturate nel contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso, venivano effettuati ripetuti appostamenti e pedinamenti, sfruttando ogni minimo dettaglio e progredendo nell’individuazione del covo per piccoli passaggi successivi: dalla consegna della biancheria sporca ad una semplice ordinazione di una pizza per vedere, “tra amici”, la recente partita di coppa della SS Lazio.

 Le successive perquisizioni del covo riservavano la scoperta di un ben più ampio scenario, consentendo il rinvenimento e sequestro, oltre a materiale evidentemente connesso ai ripetuti episodi di violenza negli stadi, quali mazze di legno, sfollagente, fruste varie, anche di asce, katane giapponesi, una pistola a salve e relativo munizionamento e, soprattutto, numerosissime apparecchiature tecniche di elevato livello tecnologico, del tipo “jammer” ovvero disturbatori di radiofrequenze e reti UMTS/GSM, sia fissi che portatili.

Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Cronaca

Ladre fin da piccole, due minorenni pizzicate a rubare in un appartamento ai Parioli

VIDEO > Muore Andrea Brambilla, il commissario Zuzzurro aveva 67 anni

Ricercato in Europa si nascondeva ai Castelli Romani, per lui 10 anni di carcere

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.