VIDEO > Privacy, secondo il Censis il 96% degli italiani teme per la riservatezza dei propri dati online

1

Il 96% degli italiani considera inviolabile il diritto alla riservatezza dei propri dati personali e pensano che la privacy sia un elemento imprescindibile dell’identità.

(MeridianaNotizie) Roma, 7 ottobre 2013 – In una società digitale la privacy appare sempre meno tutelata. Facebook, Twitter e tutte le altre piattaforme online accumulano ogni giorno una quantità enorme di dati personali che spesso possono essere reperiti da perfetti sconosciuti. Risulta perciò importante avere dei piccoli accorgimenti per tutelare la propria privacy. Il 96% degli italiani considera inviolabile il diritto alla riservatezza dei propri dati personali e pensano che la privacy siaCENSIS 2 un elemento imprescindibile dell’identità. Più di otto italiani su dieci sono convinti che su Internet sia meglio non lasciare tracce e pensano che fornire i propri dati personali sul web sia pericoloso.

Questo è quanto emerge dalla ricerca presentata dal Censis, che sottolinea come la privacy online sia considerata importante mentre la capacità di auto-tutelarsi appare ancora insufficiente. Una revisione delle leggi sulla tutela della privacy è certamente una soluzione, per il direttore generale del Censis, Giuseppe Roma, ma l’utente deve imparare a proteggere i propri dati.  “Le istituzioni devono impegnarsi nel diffondere una buona educazione digitale”, queste le parole di Antonello Soro, Presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Il servizio di Simona Berterame

Altre videonews in Cronaca:

Allarme bomba alla Stazione Tiburtina, evacuato treno per Avezzano

Napoli, custodiva 400 chili di hashish per conto dei clan: arrestato pregiudicato

Sciopero Atac: a Porta Metronia un autista si rifiuta di partire

Print Friendly, PDF & Email
Share.