Il Senato approva l’emendamento per abolire il reato di Clandestinità

1

La proposta di modifica, firmata dai senatori grillini Maurizio Buccarella e Andrea Cioffi, passa con il parere favorevole del governo clandestinità

(MeridianaNotizie) Roma, 10 ottobre 2013 – Dopo il messaggio alle Camere di Napolitano per denunciare il sovraffollamento carcerario e nel giorno della visita di Barroso a Lampedusa in Commissione Giustizia del Senato la maggioranza dice sì all’emendamento del Movimento 5 Stelle, presentato al testo sulla messa alla prova, che di fatto cancella il reato di clandestinità introdotto col pacchetto sicurezza nel 2002.

La proposta di modifica, firmata dai senatori grillini Maurizio Buccarella e Andrea Cioffi, passa con il parere favorevole del governo (il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri presente in Aula ha dato l’ok, il Pdl si dichiara contrario), ma scatena la protesta della Lega che, attraverso il capogruppo in Commissione Erika Stefani, ne dà notizia ai cronisti. “Stanno smantellando la Bossi-Fini – denuncia la Stefani – Alfano deve chiarire come la pensa. Questo irresponsabile buonismo alimenterà ulteriormente il disastro umanitario al quale stiamo assistendo in queste ore”. Le polemiche arrivano anche da Fratelli d’Italia.

Altre news su Politica:

Colle, incontro con M5S: scambio vedute rispettive posizioni

Francia, Le Pen verso le europee: il Front National è primo partito

Print Friendly, PDF & Email
Share.