Crisi Fatebenefratelli, Cellucci: “rimoduleremo il nostro piano industriale in accordo con la Regione”

2

Carlo Maria Cellucci, direttore generale dell’ospedale “San Giovanni Calabita – Fatebenefratelli” di Roma ha incontrato la commissione Politiche sociali e Salute del Consiglio regionale del Lazio

(MeridianaNotizie) Roma, 31 ottobre 2013 –  “Da quarant’anni possiamo dirci organici al Sistema sanitario nazionale e, conti alla mano, possiamo dimostrare di aver agito sempre in piena trasparenza e con una particolare attenzione alla riduzione dei costi. Tuttavia, i progressivi tagli lineari, un contenzioso sulle remunerazioni che si trascina dal 2005 e l’abbattimento del tariffario delle prestazioni erogate ci hanno indotto a rivedere il nostro piano industriale, con una conseguente contrazione dell’offerta di servizi e degli organici” – Queste le parole di Carlo Maria Cellucci, direttore generale dell’ospedale “San Giovanni Calabita – Fatebenefratelli” di Roma che ha incontrato la commissione Politiche sociali e Salute del Consiglio regionale del Lazio, presieduta dal vicepresidente Gianfranco Zambelli (Pd), a seguito dell’annuncio di un piano industriale che, tra l’altro, prevede la sospensione di alcuni servizi e la riduzione del personale sanitario e non. “Un piano che siamo disponibili a rimodulare, a fronte di un percorso da delineare al più presto con la Regione, facendo seguito degli incontri che si sono succeduti nelle ultime settimane dopo il nostro ennesimo – e più che giustificato – grido d’allarme” ha proseguito il direttore.

Crisi Fatebenefratelli – Tagli necessari : Il consigliere del Pdl, Fabio De Lillo, che aveva concordato l’audizione con il presidente Rodolfo Lena (Pd), ha quindi esortato la Commissione ad approfondire questa tematica e a favorire in tutti i modi un ulteriore confronto tra ospedale, sindacati e cabina di regia del Sistema sanitario regionale. “Siamo tutti consapevoli – ha affermato – che i tagli alla spesa siano necessari, soprattutto in una Regione sottoposta a piano di rientro come la nostra, ma certamente non si devono penalizzare le eccellenze, non si possono negare risorse a realtà, come il Fatebenefratelli, che ci costano, in termini di posto letto, ben più della metà di altri nosocomi romani, a fronte di un importante servizio reso alla popolazione in pieno centro storico e ad un alto grado di soddisfazione in tutto il Lazio”.

Crisi Fatebenefratelli – attenzione al personale e ai cittadini : Il vicepresidente Zambelli, rivendicando il ruolo proattivo già svolto dalla Regione negli ultimi mesi al fianco dell’ospedale, ha assunto l’impegno di promuovere un nuovo confronto tra la Commissione e tutte le parti coinvolte nella ridefinizione del piano industriale del Fatebenefratelli “con particolare priorità agli aspetti che riguardano più da vicino il personale e i servizi essenziali attualmente garantiti ai cittadini”.

Altre news su Cronaca:

Colpo grosso alla gioielleria di Boccea, i Tom Cruise de’ noantri si calano dal soffitto

Roma, arrestati 12 manolesta: rubavano portafogli a turisti e anziani

Milano, è morto l’uomo azzannato ai testicoli dal suo Pitbull

Print Friendly, PDF & Email
Share.