Diego Armando Maradona, mette “el pibe de oro” in Italia e prende multa Equitalia da 39mln

1

“Nessun accanimento”, spiegano fonti di Equitalia. “Gli avvisi di mora sono il titolo per poter procedere ai pignoramenti e hanno validità di 180 giorni – aggiungono -. Per questo motivo, una volta scaduti i termini, è necessario notificarli nuovamente al debitore”.

(MeridianaNotizie) Roma, 18 ottobre 2013 – Funzionari di Equitalia hanno notificato a Diego Armando Maradona, attualmente in Italia, un avviso di mora da oltre 39 milioni di euro. Si tratta di un atto dovuto che va rinnovato ogni sei mesi e che consente l’attivazione di azioni esecutive di recupero del debito fiscale. L’ex calciatore di Napoli e Argentina lo ha firmato. La notifica dell’avviso era stata tentata già giovedì sera, ma il calciatore non era uscito dall’albergo. La consegna è andata a buon fine grazie alla perseveranza dei funzionari di Equitalia che hanno presidiato l’hotel di Milano dove alloggia Maradona. maradon3

“Nessun accanimento”, spiegano fonti di Equitalia. “Gli avvisi di mora sono il titolo per poter procedere ai pignoramenti e hanno validità di 180 giorni – aggiungono -. Per questo motivo, una volta scaduti i termini, è necessario notificarli nuovamente al debitore”. Ora Equitalia, entro questi sei mesi, può avviare le azioni di recupero, per esempio il pignoramento delle somme a titolo di compensi per partecipazioni televisive e sponsorizzazioni che Maradona dovesse vantare nei confronti di soggetti terzi.

Altre videonews di Sport

Roma – Napoli, sale la febbre per il “Derby del Sud”. Atteso tra gli spalti Maradona

Mondiali di calcio 2014, gli azzurri non saranno testa di serie

L’inter non è più di Massimo Moratti, la firma con Tohir per il 70% del club

Print Friendly, PDF & Email
Share.