Casapound e Movimenti per la casa sgomberati dall’Esquilino. 20 le persone identificate

4

Mentre il primo e’ stato liberato con una rapida mediazione da parte della Digos, per quello di via Giusti le operazioni sono state effettuate vincendo con decisione una forte resistenza da parte degli occupanti.

(MeridianaNotizie) Roma, 4 novembre 2013 – Si sono da poco concluse le operazioni di sgombero contemporaneo di due stabili in zona Esquilino che hanno visto impegnate diverse decine di agenti delle forze dell’ordine. Sono stati riconsegnati alle proprieta’ uno stabile di via Ferruccio e uno di via Giusti, occupati rispettivamente da aderenti a Casapound la notte del 1 novembre e da aderenti ai Movimenti Lotta per la Casa lo scorso 13 ottobre. casapound1

Mentre il primo e’ stato liberato con una rapida mediazione da parte della Digos, per quello di via Giusti le operazioni sono state effettuate vincendo con decisione una forte resistenza da parte degli occupanti. Sono state lanciate suppellettili e mobilio all’indirizzo delle forze dell’ordine, e all’interno sono state trovate tra l’altro alcune mazze e un “bombone”. Sono circa 20 le persone identificate la cui posizione e’ al vaglio.

AggiornamentoDiciassette persone denunciate e 2 arrestate durante i servizi di sgombero effettuati questa mattina dalle FF.OO. in via Giusti, nella zona dell’ Esquilino. Molti occupanti infatti hanno resistito all’operazione di Polizia cercando di impedire l’accesso alle forze dell’ordine lanciando oggetti e suppellettili dai balconi e dalle finestre all’indirizzo degli uomini in divisa.

Proprio in questo frangente gli agenti e i carabinieri hanno fermato diverse persone, al termine dello sgombero, sono state denunciate 17 persone di varie nazionalità. Per un cittadino marocchino di 35 anni con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e un italiano di 31 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, sono invece scattate le manette. Resistenza e oltraggio le accuse da cui dovranno difendersi. Per lo straniero è in atto inoltre una verifica amministrativa della  posizione sul territorio nazionale.

servizio di Francesca Ferrajolo

Altre videonews di Cronaca

Pizzicato guardone dai Carabinieri, filmava le parti intime delle donne con una microtelecamera al piede

Dormivano in 15 in 50 mq, dopo controlli antiabusivismo CC denunciano 25enne per immigrazione clandestina

Arrestato in un hotel della Capitale pericoloso latitante venezuelano vicino alla ‘ndrangheta

Print Friendly, PDF & Email
Share.