Lettera di Corona dal carcere: non ho mai pensato al suicidio, abbiate cura di mio figlio

0

Fabrizio Corona dal carcere ha scritto una lettera indirizzata al direttore di “Oggi”, Umberto Brindani. Lo ha accusato di aver mentito su un suo presunto tentativo di suicidio, facendo soffrire ancor di più la madre e il figlio.

(MeridianaNotizie) Roma, 29 novembre 2013 – Fabrizio Corona ha scritto una lettera dal carcere, che il fratello Federico ha letto nella trasmissione “Iceberg” di Telelombardia. “Non ho mai tentato il suicidio, mai mi è passato per la testa e la sera del 19 ottobre ero beato nel mio letto di acciaio con il materasso di spugna rotto”.corona

Nessuno gli avrebbe scattato una foto “specie in un carcere duro e serio” come quello in cui si trova. Specifica questo in risposta al settimanale “Oggi”, in particolare al direttore Umberto Brindani, a cui è rivolta la lettera, che aveva pubblicato notizie su un suo presunto tentativo di suicidio. “Caro Brindani – ha accusato Corona – ti devi vergognare per quello che hai scritto perché ho un figlio di 11 anni che va a scuola, dove i compagni e le maestre parlano e lui non ha colpe; ha già sofferto troppo e non ne vuole sapere nulla di queste falsità”. Il direttore si dovrebbe vergognare perché il fotografo ha “una madre che soffre e piange da nove mesi, e non sta bene perché ha perso la persona che amava. Tutte le notti si alza e piange ed così fragile che potrebbe credere a una cazzata come quella che è stata riportata sul tuo giornale”.

Corona ha terminato spiegando che condivide la cella con un sudamericano e non ha litigato fin ora con nessuno. “Ho trovato più verità, dignità e umanità qui che tra tanta gente come te (Brindani) e nel tuo mondo”.

Altre videonews in Cronaca:

VIDEO > L’Ugl scende in piazza per incontrare i cittadini sulle emergenze della Capitale

2500 euro in contanti e 10 kg di hashish, il bottino del pusher del Quadraro

Si masturba davanti alla scuola, gli alunni chiamano la polizia

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.