Prima una botta in testa poi tentano lo stupro di gruppo di fronte al nipote, in tre fermati alla Stazione di Trastevere

3

Il nipote 17enne della donna, intervenuto per difenderla, era stato a sua volta aggredito.

(MeridianaNotizie) Roma, 21 novembre 2013 –  I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato tre cittadini moldavi di 37, 32 e 28 anni che, ieri sera verso le 20,30, alla Stazione di Trastevere, hanno tentato di violentare, in gruppo, una donna di 42 anni, cittadina romena, e aggredito il nipote 17 enne della donna, intervenuto per difenderla. I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere nel corso di un servizio di pattuglia di controllo del territorio, nei pressi della stazione ferroviaria di Trastevere, hanno notato 4 persone che si azzuffavano. stazione-trastevere1

Nel tentare di riportare la calma tra i 4, i militari, sono stati a loro volta aggrediti ma sono comunque riusciti a bloccarli. Nell’approfondire le cause della violenta lite, i Carabinieri hanno appurato che i 3 arrestati, poco prima, si erano avvicinati alla donna, che si trovava nel piazzale Flavio Biondo con il nipote minorenne nei pressi della propria auto in attesa di un conoscente, e  dopo averla colpita con una bottiglia al capo, facendole perdere i sensi, avevano tentato di violentarla. Il nipote 17enne della donna, intervenuto per difenderla, era stato a sua volta aggredito. Solo grazie all’intervento dei Carabinieri è stato evitato il peggio. I tre cittadini moldavi sono stati tradotti presso il carcere di Regina Coeli, dovranno rispondere di tentata violenza sessuale di gruppo, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. I Carabinieri intervenuti, la donna e il nipote e due degli arrestati sono stati medicati al pronto soccorso dell’Ospedale San Camillo per varie contusioni, ma se la caveranno in pochi giorni.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Giornali e riviste gratis, Gdf sequestra 13 siti web illegali

VIDEO > Sequestrata discarica abusiva a Manfredonia, oltre 2 ettari illegali

Maxi sequestro all’ex proprietario dei magazzini MAS da 150mln, sigilli alla villa che fu di De Gasperi

Print Friendly, PDF & Email
Share.