Tempi di crisi e un uomo fa prostiture la moglie 20enne. Botte se non guadagnava a sufficienza

1

A Pomezia è stato arrestato dai Cc un cittadino romeno 46enne per aver fatto prostituire e picchiato la moglie di appena 20 anni.

(MeridianaNotizie) Roma, 15 novembre 2013 – Arrestato un 46enne rumeno, già conosciuto dalla forze dell’ordine, per induzione alla prostituzione ai danni della moglie. La sera del 5 settembre scorso, l’uomo, dopo aver minacciato e picchiato la moglie, una connazionale di 20 anni, l’ha costretta a prostituirsi sulla via Cristoforo Colombo. Il carabinieri1guadagno sarebbe stato, poi, impegnato dal 46enne per pagare le spese legali necessarie per presentare un ricorso contro un decreto di espulsione dal territorio italiano che gli era stato imposto. L’uomo si accaniva sulla moglie ogni volta che non guadagnava abbastanza con botte e minacce con un coltello da cucina, il tutto in presenza del figlio della coppia, di appena 2 mesi.

La vittima è riuscita a trovare il coraggio per scappare di casa e andare a denunciare i fatti ai Carabinieri della Stazione Roma Divino Amore. I militari hanno raccolto numerosi elementi a suffragio del racconto della donna, il marito si trova ora nel carcere di Regina Coeli.

Serena Ingrati

Altre videonews su Cronaca:

Olio e batterie meccaniche sul bordo del Tevere. CC sequestrano sfascio al Foro Italico

Novità sotto l’albero, entro Natale per 96mila disoccupati 75mln di rimborsi Irpef

Blocco studentesco tenta occupazione Provincia, Casapound: ci hanno caricato senza motivo

Print Friendly, PDF & Email
Share.