VIDEO > Sesso con minori, Paolini elargiva dai 15 a 50 euro. Le accuse del Gip Tudino al disturbatore tv

2

Il giudice nel descrivere la personalità di Paolini caratterizzata da “assoluta incapacità di contenimento, esasperata ed anzi enfatizzata nella relazione con minori (testimoniata anche dalla esaltazione narcisistica insita nella auto-produzione del materiale)” e con “totale assenza di continenza e di rispetto dell’altrui persona, oltre a dispregio delle regole civili”.

(MeridianaNotizie) Roma, 11 novembre 2013 – Induceva minori alla prostituzione “mediante profferte di danaro, progressivamente elevate tanto da indurre a prestazioni via via più invasive”. Così il gip Alessandrina Tudino in un passaggio delle 14 pagine del provvedimento cautelare che ha portato in carcere il noto disturbatore televisivo ricostruendone il modus operandi. Sono proprio “le offerte di denaro – iniziali e progressivamente proposte a rialzo – a vincerne la resistenza delle parti offese, con ciò configurandosi una specifica modalità induttiva, idonea a condizionare la capacità di autodeterminazione delle vittime”. Somme di denaro che andavano dai 15 euro fino ai cinquanta, in un crescendo appunto progressivo con il passare della durata dell’incontro, della tipologia di prestazione (con due diciassettenni italiani già identificati) ma anche legata alle “resistenze” che venivano opposte a Paolini dai minorenni (uno romeno identificato). Non solo, di atti incontri l’indagato ne ha anche formato “copioso materiale fotografico e videografico, evidentemente destinato alla divulgazione” (110 files, foto e video). Circostanza questa che emerge anche “dalla consuetudinaria (sin dal 2012) riproduzione di dati digitali in formato cartaceo, tale da corrispondere ad esigenze di mercato”, nonché dalla disponibilità di idonea strumentazione tecnica e dalla “qualità soggettiva dell’agente, impostosi alla pubblica notorietà con condotte moleste, e verosimilmente immesso in circuiti e relazioni ampie ed indeterminate”. Nella cantina si tenevano gli incontri c’erano pile di libri e un telo in terra dove erano consumati i rapporti, che venivano filmati da una telecamera sistemata appositamente. paolini-show1

Sesso con minori – il Gip Alessandra Tudino descrive la personalità di Paolini :Gravissima condotta” compiuta con “freddezza, professionalità ed abilità” da Gabriele Paolini “in un quadro di assoluta svalutazione della altrui libertà, con acclarata incapacità di governo dei propri impulsi antisociali”. Continua il gip Alessandrina Tudino. Il giudice nel descrivere la personalità di Paolini caratterizzata da “assoluta incapacità di contenimento, esasperata ed anzi enfatizzata nella relazione con minori (testimoniata anche dalla esaltazione narcisistica insita nella auto-produzione del materiale)” e con “totale assenza di continenza e di rispetto dell’altrui persona, oltre a dispregio delle regole civili”. Per il giudice sussistono pericolo di fuga (“si tratta di soggetto di cui non è nota la dimora”), di inquinamento probatorio e di reiterazione dei reati. Anzi, per il gip è concreto il “pericolo di consumazione di fatti più gravi, occasionati dalle condizioni spazio-temporali del concreto contesto”. L’indagato, infatti, “non solo non ha esitato ad indurre diversi minorenni ad atti sessuali mercenari, ma ne ha documentato le prestazioni con l’intento di diffondere il materiale a terzi”. Quindi anche esigenze di difesa sociale anche per “l’insistente tentativo di persuasione, pur a fronte delle palesi resistenze oppostegli, con modalità espressive di reiterata e collaudata tecnica di induzione”. Insomma “gravissime” condotte per fatti di “intenso allarme sociale ove si considerino le modalità esecutive; il contegno dell’indagato; la spregiudicatezza mostrata; la sicumera di impunità insita nell’aver commissionato la stampa attraverso circuiti commerciali ordinari”. Rischio di reiterazione che il gip desume anche dalla circostanza che tali “episodi non appaiono occasionali, ma il segmento di una linea di condotta intesa ad ottenere prestazioni sessuali, esaltate dallo stato di vulnerabilità della vittima; dalla gravità degli episodi e dal disvalore che esso esprime per le finalità perseguite”.

Servizio di Giulia Taccioli

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Sesso con minorenni, spuntano i video che incastrano Gabriele Paolini per pedofilia

Sigarette elettroniche, Marino: “E’ come usare l’aerosol nei cinema”

VIDEO ESCLUSIVO, quando Gabriele Paolini accusava i pedofili

Print Friendly, PDF & Email
Share.