VIDEO > Teatro dell’Opera di Roma, i sindacati: no al commissariamento forzato

3

Il Teatro dell’Opera di Roma ha bisogno del sostegno di Comune e Regione per andare avanti. Lo chiedono con forza i sindacati che rappresentano i lavoratori del teatro.

 (MeridianaNotizie) Roma, 21 novembre 2013 – No al commissariamento del Teatro dell’Opera di Roma, che non ha un debito strutturale ma ha bisogno del sostegno di Comune e Regione per andare avanti. Lo chiedono con forza i sindacati che rappresentano i lavoratori del teatro. Voglio risposte precise e chiedono che il teatro non sia mandato in default attraverso il mancato stanziamento dei fondi già previsti. Da lì scatterebbero gli effetti dell’art. 11 della legge Bray, primo fra tutti il commissariamento del Teatro.teatro opera00000001

L’Ente è infatti reduce da tre anni consecutivi di bilanci in pareggio e vanta dalla Regione Lazio un credito di 8,5 milioni di euro relativi agli ultimi tre anni e dal Comune di Roma di 4,5 milioni riguardo il 2013. Ci sono i 33 milioni di debiti, ma l’Opera, ricordano i sindacati, può contare su 45 milioni di beni patrimoniali, una situazione migliore rispetto ad altri contesti analoghi, che non vengono messi in discussione come Roma.

Se non ci saranno sviluppi, Lorella Pieralli della Fials Cisal promette battaglia: “Per noi lo sciopero non è un tabù, nemmeno su ‘Ernani’ e su Muti, che abbiamo già avvertito. Qualora Comune e Regione non onorino i loro impegni per arrivare al 31 dicembre, noi blocchiamo la produzione di Ernani e arriviamo alle barricate”. “È una partita vitale per noi – afferma Gian Augusto Bongiovanni della Slc-Cgil – ci spiace che sulla stampa siano usciti dati che hanno confuso in merito alla situazione. Siamo i primi a essere consapevoli che ci sono margini di miglioramento, ma negli ultimi anni abbiamo tagliato 10 milioni di costi. Secondo noi l’interesse è svuotare la scatola e avere il teatroper fare altre cose. Difenderlo è una battaglia comune da fare insieme”. Domani alle 14 i sindacati faranno un presidio in Campidoglio con l’obiettivo di essere ricevuti dal sindaco Ignazio Marino.

Il servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews su Cronaca

VIDEO > “JFK e l’Italia”, a 50 anni dalla scomparsa all’Anci presentato il libro del suo viaggio a Roma

Alluvione Sardegna, Laura Comi: assurdo rifugiarsi in uno scantinato, manca l’abc della sicurezza

Tre donne tenute come schiave, blitz a Londra per liberarle

Print Friendly, PDF & Email
Share.