VIDEO > Trafficanti di esseri umani dalla Libia a Lampedusa, in manette due uomini

0

Gli investigatori hanno scoperto un traffico di esseri umani, segregati in territorio libico prima di imbarcarsi verso l’Italia.

(MeridianaNotizie) Roma, 11 novembre 2013 – Stupri e torture per giorni prima di far partire gli immigrati clandestini verso le coste dell’Italia. Conlampedusa 1 queste accuse è stato arrestato a Lampedusa un cittadino somalo, a seguito delle investigazione condotte sul tragico naufragio del 3 ottobre. L’uomo, che avrebbe violentato almeno venti donne, è accusato di tratta di esseri umani, associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sequestro di persona e violenza sessuale.

Attraverso le testimonianze dei sopravvissuti, gli investigatori sono riusciti a risalire al somalo, punta di diamante di in un organizzazione di trafficanti di esseri umani, che rastrellava le vittime lungo le rotte che dal corno d’Africa portano alle coste libiche. Da qui le persone che volevano raggiungere l’Europa venivano sequestrate nel territorio libico, subendo ogni tipo di tortura, in attesa di partire per l’Italia. In arresto anche un 37enne palestinese, accusato di aver rapinato altri migranti prima della partenza per l’Italia, avvenuta il 25 ottobre.

Il servizio di Simona Berterame

Altre videonews in Cronaca:

Fidanzato geloso mostra pistola all’ex: “Ridammi i soldi”. 29enne in manette

Sciopero nazionale, la settimana nera per tutta Italia. Cgil, Cisl e Uil contro la legge di Stabilità

Calci e pugni per Ivana Spagna: non ho ricevuto nessun aiuto dai passanti

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.