VIDEO > Musei e spesa scontati grazie all’accordo tra Zètema ed Eataly

0

A sperimentare il legame il Festival della Fotografia, la cui XII edizione, prodotta da Zètema, è stata allestita proprio nella struttura enogastronomica di piazzale XII Ottobre

(MeridianaNotizie) Roma, 18 settembre 2013 – Lavorare sulla sinergia fra cibo e cultura per una reciproca valorizzazione al servizio di romani e turisti. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa fra Zètema Progetto Cultura ed Eataly. Da un lato, infatti, i clienti di Eataly, presentando uno scontrino di acquisto minimo di 20 euro possono usufruire di un ingresso ridotto negli edifici del sistema Musei in Comune e di uno sconto del 10% nelle librerie annesse a questi siti museali. Dall’altro, il possessore del biglietto d’ingresso in un museo civico, può presentarlo entro 14 giorni a Eataly e ottenere uno sconto del 10% sulla spesa, su un corso di cucina o al ristorante. eataly2A sperimentare il legame il Festival della Fotografia, la cui XII edizione, prodotta da Zètema, è stata allestita proprio nella struttura enogastronomica di piazzale XII Ottobre.

Attivo dal 1 giugno di quest’anno, l’accordo è stato presentato presso Eataly, alla presenza del suo amministratore delegato Francesco Farinetti e di Albino Ruperti, amministratore delegato Zetema. Presenti gli assessori alla Roma produttiva e alla Cultura Marta Leonori e Flavia Barca. Per Farinetti “questo di Roma è il primo esempio di un’iniziativa del genere, in cantiere c’è una nostra seconda apertura in pieno centro storico e ovviamente l’offerta verrà allargata a quel punto vendita. L’idea è di animare Eataly con eventi culturali e al tempo stesso animare i luoghi d’arte con eventi gastronomici”.

Leonori ha sottolineato: come “l’incontro di oggi sancisce l’intento comune di educare alla bellezza del cibo e dei monumenti, per attirare romani e turisti e insieme riqualificare le zone più trascurate di Roma. Spero che questo sia l’inizio di una collaborazione, che ci aiuti a esportare messaggi positivi sui nostri prodotti. Abbiamo un potenziale molto più ampio di quanto facciamo, vogliamo costruire percorsi per turisti e romani che permettano di conoscere il patrimonio enogastronomico della città di Roma e del Paese”. Per Barca si tratta di “un’iniziativa significativa perché il cibo a Eataly ha due caratteristiche molto importanti per la cultura: è di altissima qualità ma è aperto a tutti. E questa è la mia idea della cultura. Noi dobbiamo lavorare sulla contaminazione, per far sì che le varie industrie culturali si parlino. Abbiamo la responsabilità di rispondere meglio al mercato internazionale”.

 Il servizio di Mariacristina Massaro

 Altre videonews Roma Capitale:

VIDEO > Riapre la Locanda dei Girasoli, luogo di integrazione sociale per ragazzi down

Municipi senza mafia, il primo protocollo di Roma Capitale

VIDEO > Concorsone Comune di Roma, la “protesta delle buste” contro l’annullamento

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.