Falso vigilantes rapina H&M di via del Corso, bottino da 60mila euro

2

Continuano le rapine nelle vie dello shopping della Capitale, dopo il colpo allo store di Zara appena due mesi fa è la volta dei magazzini svedesi H&M. Presunte analogie tra gli episodi, dietro potrebbe esserci la stessa mano

(MeridianaNotizie) Roma, 10 dicembre – Ieri poco dopo le 10,30 un uomo con la divisa dell’istituto di vigilanza Sipro ha rubato 60mila euro dal negozio in via del Corso di H&M, inaugurato poche settimane fa. La commessa, minacciata con una pistola, ha accompagnato la finta guardia giurata nella stanza della cassaforte al piano inferiore. rapina H&M.jpg2

Le serrande erano state aperte da poco. L’uomo si è presentato all’interno del negozio per ritirare il denaro, seguendo la commessa come se sapesse già dove andare e cosa fare. Al momento di aprire il contenitore blindato però la donna si è insospettita per l’atteggiamento dell’uomo. Il finto vigilantes ha estratto la pistola e l’ha minacciata costringendola a completare l’operazione. Ad attenderlo al piano superiore c’era un complice, in pochi istanti si sono dileguati nel nulla.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di San Lorenzo in Lucina, i militari hanno effettuato controlli a tappeto in tutto il centro alla ricerca dell’auto dei rapinatori che per uscire dalla zona deve essere transitata sotto gli occhi elettronici dei varchi della ztl. Al vaglio degli investigatori anche le immagini delle telecamere puntate su via del Corso.

In pochi mesi diversi colpi in tutto il centro. A ottobre in via del Corso, accanto all’Hotel Plaza, è stata la volta dello store di Zara in prossimità dell’orario di chiusura. All’interno c’erano cinque dipendenti e alcune clienti, i banditi puntavano all’incasso del venerdì. Non è chiaro se fossero armati, ma si sono avvicinati alla cassa e hanno minacciato la ragazza dietro al bancone.

Sempre in via del Corso, sono stati rapinati due megastore e una gioielleria. A gennaio falsi fiorai hanno svuotato le casse della profumeria Sephora (era sempre un lunedì). Anche in quel caso tanta paura per i dipendenti. «Tutto è accaduto in poco tempo», raccontarono. Erano da poco passate le 7 di mattina, le commesse erano già dentro il negozio intente a preparare le vetrine prima dell’apertura. Una volta ripulita la cassaforte, i ladri hanno costretto i quattro dipendenti ad entrare in un ripostiglio e li hanno chiusi dentro per poi darsi alla fuga.

Serena Ingrati

Altre videonews su Cronaca

VIDEO > Forconi, Grillo si schiera e si appella alla polizia: Non proteggete più questa classe politica

Ncc sotto controllo, 14 irregolari e multe per oltre 2mila euro

Caos Roma, targhe alterne 10 e 11 dicembre e vigili in assemblea

Print Friendly, PDF & Email
Share.