Lampedusa, blitz dei Movimenti a Fontana di Trevi: abolizione Bossi-Fini e chiusura Cie

1

(MeridianaNotizie) Roma, 18 dicembre 2013 – Questa mattina circa 50 attivisti scuole di italiano degli spazi sociali e degli sportelli di tutela dei diritti di migranti e rifugiati hanno compiuto un’azione di denuncia a Fontana di Trevi, in occasione della ‘Giornata mondiale dei migranti e dei rifugiati‘ che si celebra proprio oggi. Nella fontana hanno fatto galleggiare decine di sagome di uomini e donne con su scritto le più tragiche stragi di migranti del Mediterraneo, con la data e il numero delle vittime”. Così una nota degli attivisti delle scuole di italiano, degli spazi sociali e degli sportelli di tutela dei diritti di migranti e rifugiati. blitz-lampedusa2

“Con l’azione di oggi – spiega – abbiamo voluto denunciare prima di tutto l’ipocrisia delle istituzioni che prima piangono lacrime di coccodrillo e poi trattano i migranti come tutti abbiamo visto nelle immagini trasmesse dal Tg2. Siamo poi oggi in piazza per denunciare le politiche europee in materia di asilo e migrazioni, per chiedere la chiusura di ogni Cie e l‘abolizione della Bossi-Fini“.

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

Lampedusa, migranti nudi e al gelo. L’Ue apre un’indagine: aiuti comunitari a rischio

In 4mila nella trappola del falso e-commerce, scoperta truffa online da 4 mln di euro

Massimo Mazza è il nuovo questore di Roma, Fulvio della Rocca nominato prefetto a Ravenna

Print Friendly, PDF & Email
Share.