Strade killer, 8 morti in 3 settimane: Codici lancia l’allarme

0

Le strade killer secondo Codici sono: Via Cristoforo Colombo, Via Casilina, via Tuscolana, Via Prenestina, la via del Mare, Roma-Fiumicino, , Nettunense, Via Tiburtina, Via di Boccea, Via Cassia, Via Appia Nuova, Via Aurelia, Via Flaminia.

(MeridianaNotizie) Roma, 13 dicembre 2013 – Sale il numero delle vittime della strada: un incidente mortale è avvenuto ieri al’incrocio tra via del Torraccio di Torrenova e via Casilina. A perdere la vita un ciclista di 82 anni, investito da una vettura. “I pedoni e i ciclisti vittime di incidenti, la maggior parte dei quali mortali, salgono a 8 solamente nelle ultime tre settimane – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del CodiciLe strade killer sono sempre le stesse, dalla Pontina, alla Cristoforo Colombo, alla Nomentana. Da tempo lanciamo l’allarme, è ora di fare qualcosa”.

Di seguito un breve elenco degli ultimi avvenimenti che, purtroppo, sono solo i più recenti di una lunghissima lista: strade-killer1

• Torrenova, auto investe ciclista: morto 82enne.

• Lungotevere, incidente di un centauro per una macchia olio nel sottopasso, portato in ospedale in codici verde.

• Tor Vergata, pedone investito da auto: morto 33enne.

• Terracina, falciato sulla Pontina: muore ciclista.

• Pontina, ciclista investito e ucciso da furgone: vittima aveva 70 anni.

• Nomentana, motociclista finisce sotto bus: grave al Sant’Andrea.

• Colombo, albero crolla e uccide motociclista: Pm indaga per omicidio colposo

• Nettunense, Marino, tampona e uccide ciclista mente lo sorpassa: denunciato camionista.

Codici già da tempo lancia l’allarme sui cosiddetti “black point” della sicurezza stradale. Cosa aspetta chi di dovere ad adottare provvedimenti mirati alla tutela di automobilisti, ciclisti e pedoni? Spesso, infatti, sono proprio la mancanza di manutenzione o la poca visibilità della segnaletica i fattori scatenanti dei sinistri.

L’Associazione, come già accennato, aveva puntato il dito su alcune delle grandi strade che a Roma fanno registrare un numero elevato di incidenti stradali e che quindi, vista la loro pericolosità, andrebbero tenute sotto controllo. Stiamo parlando di Via Cristoforo Colombo, Via Casilina, via Tuscolana, Via Prenestina, la via del Mare, Roma-Fiumicino, , Nettunense, Via Tiburtina, Via di Boccea, Via Cassia, Via Appia Nuova, Via Aurelia, Via Flaminia.  Oggi sono i pedoni e i ciclisti a rischiare maggiormente. Se è vero, infatti, che in Italia nel 2012 gli incidenti sono diminuiti, registrando una cifra di meno di 200 mila incidenti, i sinistri che coinvolgono biciclette sono aumentati del 2,5% e i pedoni uccisi sono saliti da 136 nel 2011 a 148 nel 2012. Solo lo scorso anno sulle strade italiane sono stati feriti ben 16.611 ciclisti (dati Aci e Istat). Cosa aspettiamo per intervenire?

La Redazione

Altre videonews di Cronaca

VIDEO > Fa credere all’amico di essere in coma da 10 anni, la lezione per chi alza troppo spesso il gomito

E’ caccia al boss Messina Denaro, in manette cugini nipoti e la sorella del padrino di Castelvetrano

Scoperto il “triangolo dello spaccio” di Tor Bella Monaca, in manette 3 pusher under 21

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.