VIDEO > In “Una Repubblica senza patria” Feltri e Sangiuliano spiegano perché l’Italia non è una nazione

3

Sangiuliano: “Una dittatura del politically correct e dei luoghi comuni”

(MeridianaNotizie) Roma, 6 dicembre 2013 – “Una Repubblica senza patria” questo il titolo del volume scritto a quattro mani da Gennaro Sangiuliano e Vittorio Feltri edito da Mondadori e presentato nel pomeriggio in Parlamento Europeo. I due autori ripercorrono le vicende fondamentali del dopoguerra, dalle origini della Repubblica fino alla nostra desolante attualità, per giungere a una conclusione sconfortante: l’Italia è una Repubblica senza patria, uno Stato senza nazione, fatto di cittadini che si riconoscono solo nel proprio gruppo, che perseguono solo il proprio tornaconto. Gennaro Sangiuliano ricostruisce storicamente la cronaca degli anni fra il 1943 – dalla firma dell’Armistizio e dalla fuga del re – e gli anni Settanta del Novecento.feltri2

La matrice che a suo parere unisce tutte le esperienze politiche italiane è la divisione, la mancanza di una prospettiva condivisa della Stato e dello sviluppo economico e culturale della nazione. Una storia caratterizzata da contrasti politici e ideologici che preludono a due Italie sullo stesso suolo, la destra democristiana e «filoamericana» e la sinistra comunista e «filosovietica». Osservatore privilegiato, e allo stesso tempo voce «fuori dal coro», Vittorio Feltri racconta invece gli anni della nostra storia più recente: dall’esperienza del centrosinistra di Fanfani alla strategia della tensione; da Mani Pulite e le inchieste di Antonio Di Pietro alla nascita della Lega e all’avvento di Silvio Berlusconi sulla scena politica italiana. Nessun elemento di unità, nessun sentimento di Patria, nessuna ricerca del bene comune.

Una “dittatura del politically correct e dei luoghi comuni”, come ha sottolineato Sangiuliano, che ha fatto sì che diventassimo noi stessi italiani i persecutori di un passato che dovrebbe essere patrimonio di memorie e di diversità socioculturali, e che invece, per esempio, si è trasformato nella triste gestione di musei e opere d’arte trattati senza più riguardo e cura. Presente all’evento la vicepresidente del Parlamento europeo, Roberta Angelilli.

Il servizio di Mariacrstina Massaro

Altre videonews su Cultura:

Buon Compleanno Colonna Traiana! Una mostra ne celebra i 1900 anni

Lo Schiaccianoci del Teatro dell’Opera è il miglior spettacolo del 2012

VIDEO > Sfilata di vip alla presentazione del nuovo libro di Aldo Cazzullo “Basta piangere!”

Print Friendly, PDF & Email
Share.