“La vie en rose” di Édith Piaf in scena al Teatro dell’Angelo fino al 22 dicembre

0

“La vien en rose”, itinerario emozionale di danza, musica e teatro ispirato alla vita di Édith Piaf, al Teatro dell’Angelo dal 12 al 22 dicembre

(MeridianaNotizie) Roma, 10 dicembre – Sarà di scena al Teatro dell’Angelo di Roma dal 12 al 22 dicembre “La vie en rose”, itinerario emozionale di danza, musica e  teatro ispirato alla vita e all’incanto della voce di Édith Piaf. Lo spettacolo, ideato e realizzato da Sonia Nifosi con la sua compagnia, vedrà la partecipazione di Antonello Avallone, nel ruolo di Jean Cocteau. Una rappresentazione per “palati fini” dove le coreografie, nate sulle canzoni di Édith Piaf, creano suggestioni e atmosfere che raccontano la storia di vite intere, nel segno dei ricordi che si manifestano e poi scompaiono. teatro dell angelo2

Tutto ciò che riguarda Édith Giovanna Gassion è un’autentica vertigine. Una donna con una personalità ricca di sfaccettature e nello stesso tempo piccola e semplice. Tanti gli avvenimenti e tante le persone che hanno avuto a che fare con lei, tante canzoni più di 260 ma soprattutto infinite emozioni. Cantante di strada, sguaiata e in fondo con una sua toccante raffinatezza che maestri del dire nobile (Jean Cocteau) le avevano inculcato.

Il pensiero della Nifosi è quello di vedere un po’ di Édith in tante donne diverse. Ecco perché la scelta di non avere una sola protagonista nella parte della Piaf. Con i suoi danzatori la Nifosi crea dei passaggi, dei varchi tra le epoche. Le coreografie sono delle porte che talvolta si spalancano e altre volte permettono solo di sbirciare nell’assurda vita di un’artista che neanche il drammaturgo più geniale avrebbe potuto pensare.

Questo spettacolo è dedicato a chi, come lei, non rimpiange Rien de Rien, né il bene né il male che le hanno fatto. Tante storie di “donna” in un’avventura gestuale per chi ha cantato fino a morire, eppure cantava per non morire! In questo lavoro, Sonia Nifosi, ha sentito l’esigenza di dare rilievo ad una sua forte sensazione, quella che in Édith Piaf l’Arte e la Vita non potevano essere scisse: la sua vita sono le sue canzoni, le sue canzoni sono la sua vita. Così l’autrice ha deciso di far entrare una cosa dentro l’altra attraverso il “gioco del teatro”.

Luisa Deiola

Altre videonews su Spettacolo

Lo Schiaccianoci del Teatro dell’Opera è il miglior spettacolo del 2012

Da modello a ginecologo, Manuel Rico rimane il più amato tra le donne

VIDEO > La luce dei bambini, Bocelli in concerto in Vaticano per il Bambino Gesù

 

Print Friendly, PDF & Email
Share.

Comments are closed.