VIDEO > La luce dei bambini, Bocelli in concerto in Vaticano per il Bambino Gesù

2

Le patologie cardiache, soprattutto in età pediatrica, rappresentano un’emergenza sanitaria nazionale e la loro frequenza è in aumento: la nuova TIC è la risposta dell’Ospedale alle migliaia di richieste di aiuto di bambini che ne sono affetti.

(MeridianaNotizie) Roma, 3 dicembre 2013 – Andrea Bocelli ieri sera nell’Aula Paolo VI in Vaticano non c’ha messo solo la voce. Per sostenere il rinnovamento del reparto della terapia intensiva cardiochirurgica dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù, il tenore italiano più famoso al mondo c’ha messo il cuore, filo conduttore della campagna promossa dal nosocomio. Accompagnato dell’orchestra sinfonica Rossini di Pesaro e dalla Corale Quadriclavio di Bologna, Bocelli, è stato il protagonista indiscusso della quarta edizione del concerto solidale “La Luce dei Bambini” eseguendo alcune delle pagine sacre più popolari ed intense della storia della musica, dall’Ave Maria di Schubert a quella di Charles Gounod, da un estratto dalla Petite Messe Solennelle di Rossini a Panis Angelicus di César Franck. La serata, presentata dalla conduttrice Antonella Clerici, è stata aperta con le coreografie di un gruppo di giovani ballerini del Balletto di Roma e dalle atlete di ginnastica ritmica della Polisportiva Sempione. BOCELLI2

Riconosciuta come un’area di eccellenza nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale, la TIC del Bambino Gesù è l’unico reparto intensivo di cardiologia pediatrica del Centro Italia, in grado di accogliere circa 600 piccoli pazienti ogni anno. Nata nel 1982, è diventata sempre di più il cuore del Dipartimento Medico Chirurgico di Cardiologia, nel quale è stato effettuato il primo trapianto di cuore pediatrico in Italia nel 1986; il primo impianto al mondo di cuore artificiale permanente in un paziente pediatrico portatore di distrofia di Duchenne e l’impianto del più piccolo cuore artificiale, del peso di 11 grammi, eseguito nell’aprile 2012.

Grazie alla generosità di tante persone, ciascun posto letto della TIC diventerà una unità ad alta intensità di cura, per il monitoraggio e il supporto delle funzioni vitali dei bambini con malformazioni cardiache e scompenso di cuore, prima e dopo l’intervento chirurgico.

Assente dalla scena romana da oltre 5 anni, il cantante d’opera e pop star internazionale Andrea Bocelli, da sempre impegnato nel sociale grazie anche alla sua Andrea Bocelli Foundation, torna nella capitale per sostenere, con la presenza a titolo gratuito sul palco dell’Aula Paolo VI, l’iniziativa solidale del Bambino Gesù. “Anche se il bene non fa notizia – sottolinea il Maestro Bocelli – chiunque in cuor suo comprende come esso rappresenti, per l’umanità intera, l’unica strada realmente percorribile. Non è semplice rispondere affermativamente al bene: richiede volontà e sacrificio. Schierandosi dalla sua parte però, si può dare il proprio piccolo, grande contributo per migliorare il mondo. Perché il mondo è di chi fa, di chi si appassiona alla vita, di chi sceglie di stare dalla parte del bene, senza paura di mettersi in gioco”.

Per il presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Giuseppe Profiti “sostenere la salute dei bambini è il senso profondo di questo appuntamento biennale che si rinnova quest’anno grazie alla vicinanza solidale di un artista del calibro del Maestro Andrea Bocelli e di tante realtà sensibili che ci consentono, ancora una volta, di coniugare due alte espressioni dell’ingegno umano, musica e ricerca scientifica, mettendole al servizio della salute dei più piccoli. La nuova Terapia Intensiva Cardiochirurgica sarà il cuore dell’Ospedale e ci aiuterà a rispondere sempre meglio alle richieste dei piccoli pazienti e delle loro famiglie”.

Il concerto “La Luce dei bambini” 2013 è realizzato grazie al sostegno di Pirelli, Gruppo Scarpellini, GreenNetwork, Università Niccolò Cusano e Marsh SpA, già al fianco dell’Ospedale nella campagna di comunicazione sociale “Mettici il cuore”.

Servizio di Cristina Pantaleoni

Altre videonews di Spettacolo

VIDEO > 90 anni di Callas, il ricordo della Divina resta immutato

Alessandro Siani malmenato e rapinato, la bufala corre sul web

VIDEO > Una commovente Anna Marchesini da Fazio: “Amo tanto la vita che parlo di morte”

Print Friendly, PDF & Email
Share.