VIDEO > Parte “Love it!” la campagna nata per le ragazze: moda, musica e web per parlare di contraccezione

1

Il 42% delle under 25 italiane non utilizza alcun metodo contraccettivo. Una gravidanza su 5 non è voluta. Pillola del giorno dopo e interruzioni di gravidanza sono una sconfitta per la società.

(MeridianaNotizie) Roma, 27 febbraio 2014 – Consultano la rete, seguono le mode, hanno gusti musicali evoluti. Attraverso i social network parlano di tutto, o quasi, ma a volte trascurano proprio le informazioni fondamentali: come quelle necessarie per affrontare la sessualità in modo consapevole. Sono le ragazze italiane tra i 18 e 25 anni attente alla propria immagine, gelose della propria indipendenza e intraprendenti ma che in materia di sesso si affidano al partner o alla buona sorte. Pensando a loro parte oggi Love it! Sesso consapevole, campagna d’informazione sulla contraccezione promossa da SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia in collaborazione con lapillolasenzapillola, progetto educazionale di MSD.«Oggi l’alternativa alla pillola che sia sicura, efficace, e a basso dosaggio è rappresentata da nuove formulazioni tra cui il cerotto, ma anche l’anello vaginale, che è una forma evoluta della pillola con il plus di liberare le donne dall’assunzione quotidiana per bocca. Altro aspetto importante è che l’anello è caratterizzato da ormoni a bassissimo dosaggio con livelli molto stabili, che provocano meno effetti collaterali estrogeno correlati», ha dichiarato Rossella Nappi, Professore associato di Ostetricia e Ginecologia, Università degli Studi di Pavia. love it

Nicola Surico, Professore ordinario di Ginecologia e Ostetricia presso l’Università del Piemonte Orientale ha sottolineato l’importanza della campagna visto i dati negativi che accompagnano il nostro Paese: in Europa infatti, l’Italia è il fanalino di coda nella contraccezione ormonale: siamo intorno al 14-16%, a fronte di ragazze olandesi che sono al 50%, di inglesi e francesi che sono al 35 e al 40%, di tedesche al 30% e così via. Il 42% delle under 25 italiane non utilizza alcun metodo contraccettivo durante la prima esperienza sessuale. La conseguenza è che in Italia una gravidanza su cinque non è desiderata ed è alto il consumo della cosiddetta “pillola del giorno dopo”, aumentato del 60% negli ultimi 7 anni. Consapevoli di questa carenza informativa sono anche i ginecologi che dedicheranno più tempo durante la visita a educare le donne in tema di contraccezione.

love it 2Con questa campagna lo faranno anche a titolo gratuito: uno stand con ginecologi per consulenze presso i saloni di orientamento dello studente e una Love Band formata da 10 ginecologhe che attraverso il sito www.lapillolasenzapillola.it gestirà un servizio di consulenza online per chiarire tutti i dubbi delle ragazze rispondendo personalmente alle loro domande. A parlarcene Novella Russo, Specialista in Ostetricia e Ginecologia, Clinica Valle Giulia, Roma e Centro Medico Demetra, Grottaferrata. Testimonial della campagna la cantante rap Baby K, che durante i suoi concerti inviterà le ragazze ad indossare il bracciale simbolo Love it! per manifestare la propria consapevolezza in materia sessuale. Il bracciale di Love it!, sarà distribuito l’8 marzo a Roma (Via del Corso, Piazza del Popolo e Via Cola di Rienzo) e a Milano (Corso Vittorio Emanuele e Corso Buenos Aires), in occasione delle tappe della campagna lapillolasenzapillola nei Campus Orienta e in occasione del tour estivo di Baby K. Tutte le informazioni sui contraccettivi, la sessualità e sulla campagna sono disponibili sul sito www.lapillolasenzapillola.it.

 Il servizio di Mariacristina Massaro

 Altre videonews su Sanità:

VIDEO > Nasce Xellbiogene, joint venture tra Gemelli e Bambino Gesù per sperimentare le biotecnologie

A Carnevale ogni maschera non vale, i consigli del Bambino Gesù per rassicurare i più piccoli

VIDEO > Malattie rare, al Bambino Gesù dal 2012 al 2013 presi in carico quasi 13 mila bambini

Share.