VIDEO > Recupero urbano, da Campidoglio sbloccati 110 mln per le periferie di Roma

0

I P.R.U. sono interventi per il recupero di quartieri di periferia che negli ultimi venti anni sono stati impiegati in diverse città italiane

(MeridianaNotizie) Roma, 13 febbraio 2014 – Ripartono i Programmi di recupero urbano destinati alla riqualificazione delle periferie, sbloccati circa 110 milioni di euro di co-finanziamento Regione-Comune “a rischio revoca” e nelle prossime ore ci sarà la stesura di una memoria di giunta che invita i nove municipi interessati aurbanistica indicare le priorità di realizzazioni previste. A spiegarlo l’assessore capitolino allo sviluppo delle periferie, Paolo Masini, e l’assessore capitolino all’urbanistica, Giovanni Caudo durante una conferenza tenutasi per presentare il piano di riavvio.

I P.R.U., istituiti nel 1993, sono interventi per il recupero di quartieri di periferia che negli ultimi venti anni sono stati impiegati in diverse città italiane. In particolare, nel 2001 il Comune di Roma ha adottato 11 programmi in 11 ambiti territoriali (9 municipi) con l’obiettivo di “realizzare un insieme di interventi pubblici e privati per il recupero e la riqualificazione urbana di quartieri periferici caratterizzati da una forte presenza di edilizia residenziale pubblica e da problemi di degrado ambientale e carenza di servizi”. Si sono quindi conclusi i lavori del tavolo operativo istituito ad ottobre tra Assessorato capitolino allo Sviluppo delle periferie e Assessorato capitolino alla Trasformazione urbana in collaborazione con l’Assessorato alle infrastrutture della Regione Lazio, che hanno verificato lo stato di avanzamento delle opere e delle progettazioni individuando i motivi della mancata realizzazione e rimodulato i quadri tecnico-economici, in particolare sull’incremento dei costi delle opere e la ridefinizione delle priorità. Gli 11 P.R.U. di Roma sono: Fidene-Val Melaina (III Municipio), San Basilio (V Municipio), Tor Bella Monaca (VI Municipio), Acilia-Dragona (X Municipio), Laurentino (IX Municipio), Corviale (XI Municipio), Magliana (XI Municipio), Valle Aurelia (XIII Municipio), Palmarola-Selva Candida (XIV Municipio), Primavalle-Torrevecchia (XIV Municipio), Labaro-Prima Porta (XV Municipio)

Tra gli esempi di infrastrutture stradale primarie contenute nel P.R.U.: chiusura del collegamento Fidene-Villa Spada, collegamento via Brandizi-via Casale di S. Basilio, collegamento S. Giagio Platani-via Siculiana a Tor Bella Monaca, sottopasso Ostiense-via del Mare ad Acilia, “Boulevard” sotto i ponti del Laurentino. In particolare, il Municipio X ha già definito il percorso Acilia-Dragona attraverso l’approvazione della delibera che ridefinisce le priorità dei P.R.U. Indicando quattro opere strategiche: scuola materna di via Amato (con un finanziamento di 2,5 milioni di euro, il cantiere partirà a marzo), sottopasso Ostiense in via del Mare (con 6,3 milioni di euro, il cantiere partirà entro un anno), realizzazione del sovrappasso pedonale della nuova stazione Acilia Sud-Dragona e pargjeggio per un totale di circa 5 milioni di euro (il cantiere partirà entro un anno).

Servizio di Teresa Ciliberto

Altre videonews di Roma Capitale

VIDEO > Da 22 febbraio a 2 marzo Roma sud est senza acqua per manutenzione Primo Acquedotto Marcio

VIDEO > Concorsisti Arvu in piazza: “in attesa dei risultati ci siamo invecchiati”

VIDEO > Alla Centrale Montemartini un’altra sede della fondazione Luigi Di Liegro

Share.

Comments are closed.